Grottammare-Val di Sangro 2-2
GROTTAMMARE: Di Salvatore, Cocciardo, Costanzo(73’ Travaglini), Del Moro, Pulcini, Traini, Adamoli(65’ Puglia), Marcucci, Ludovisi, Di Matteo, Gasparoni(71’ Oddi). A disp: Marchigiani, Piccirilli, Di Martile, Sorricchio. All Amaolo
VAL DI SANGRO: Esposito, Lieti, Esposito, Marinucci, Ruggero, Gioffrè, Sivilla (81’ Costanzo), Rinaldi, Pagano, Lemme (33’ Carosella), Somma. A disp: Rossetti, Di Giulio, Vitone, Ferrari, Di Giuseppe. All. Cosco
Marcatori: 19′ Rinaldi (V), 29′ Di Matteo (G), 35′ Ludovisi (G), 89′ Marinucci (V).
Arbitro: Maiolani di Luco
Ammoniti: Travaglini, Del Moro, Adamoli, Gasperoni, Esposito, Marinucci, Ruggero.
Espulsi: Pagano e Somma.
Spettatori: circa 200
Angoli: 3-1
Recuperi: 2′ pt, 5′ st.
GROTTAMMARE – Un vero peccato. La capolista Val di Sangro raggiunge il Grottammare, forse il più bello della stagione, a una mancita di secondi dalla fine. Gli uomini di Amaolo vanno prima sotto, poi superano i propri avversari, e infine debbono alzare bandiera bianca nonostante la superiorità numerica. Due punti persi che potrebbero rivelarsi molto importanti ai fini della salvezza.
Ma andiamo con ordine. E’ subito Val di Sangro. Al 19’ Lemme fa un assist al centro per Rinaldi, che da solo mette la palla sotto l’incrocio con il destro: 1-0 per gli ospiti. Al 29’ una rovesciata di Pulcini su cross di Marcucci centra il palo, ma Di Matteo è pronto a metterla dentro grazie ad un secondo cross di Traini. Di nuovo parità. Al 35’ Gasparoni crossa al centro per Ludovisi che la mette di testa sotto l’incrocio, toccandola all’indietro con una provvidenziale torsione aerea. 2-1 per il Grottammare. Al 40’ Marcucci in contropiede arriva nell’area avversaria e la dà a Gasparoni che prova a metterla al centro, purtroppo la palla viene deviata in angolo. Al 53’ Adamoli riceve da Marcucci e punta da solo la porta avversaria, ma si attarda troppo e prende la base del palo esterno, alla sinistra del portiere. Al 69’ Pagano viene espulso e il Val di Sangro resta così in 9 per la precedente espulsione di Somma. La partita si fa nervosissima. All’87’ Costanzo tira con potenza da fuori, ma la palla é leggermente alta e i biancocelesti scampano il pericolo. Due minuti dopo Costanzo crossa su punizione, arriva il colpo di testa di Marinucci che chiama Di Salvatore fuori causa e riporta la partita parità. Il match finisce noiosamente con una melina indecorosa della capolista, che mantiene così il pareggio conquistato in extremis.
Il Grottammare non meritava di certo questo sfortunato risultato, anche se ha sprecato troppe occasioni per chiudere la partita nella ripresa. Alla vigilia della partita contro la capolista in molti avrebbero messo una firma per questo pareggio. Tuttavia – dopo aver visto una delle più belle partita disputate dal Grottammare in questo campionato – l’amarezza è grande nel vedersi soffiata la vittoria all’89’, peraltro giocando con due uomini in più.
LE PAGELLE
Di Salvatore 6 non può fare molto sui due gol
Cocciardo 6 fa il suo dovere anche se a volte non è abbastanza deciso
Costanzo 6.5 va in copertura quando serve
Del Moro 6.5 adempie bene al suo ruolo
Pulcini 7 gioca una partita brillante, prendendo un palo; sfortunatissimo
Traini 6 fa quel che può
Adamoli 6 fa del suo meglio, ma sbaglia il gol decisivo
Marcucci 6.5 buon pressing
Ludovisi 7 gioca un’ottima partita e fa un gran gol
Di Matteo 6.5 si fa trovare e segna
Gasparoni 6.5 buona la sua prestazione
Puglia s/v
Oddi s/v
Travaglini s/v

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 360 volte, 1 oggi)