SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Giuseppe Giannini fa un passo indietro. Accantona la difesa a tre per sperimentare una linea difensiva composta da quattro uomini. E’ successo oggi pomeriggio al Riviera delle Palme, in occasione della partitella in famiglia che i rossoblu hanno effettuato in vista del posticipo di San Marino.
Non hanno preso parte alla gara De Pascale, ancora influenzato, Di Dio, che si è comunque allenato, Akassou, non al meglio, oltre a Irace e Michele Santoni, i quali domani pomeriggio si aggregheranno alla formazione Berretti di Daniele Catto, attesa dalla gara di campionato contro il Gualdo (in Umbria).
Tornando all’amichevole odierna Giannini ha proposto due schieramenti speculari. La formazione dei blu, che probabilmente sarà quella che vedremo in campo lunedì prossimo allo stadio Olimpico, prevedeva Concetti tra i pali, Zini e Colonnello sulle fasce arretrate e la coppia Zanetti-Zamperini in mezzo; a centrocampo, da destra verso sinistra, Yantorno, Bagalini, Berardi e Piva; in avanti infine il tandem Scandurra-Docente.
I rossi invece si sono disposti col medesimo modulo, comprensivo però di Chessari tra i pali, Stazzi e Angeletti sugli esterni, Macaluso e Femiano al centro; linea mediana con De Rosa-Faieta coppia frangiflutti e Perugini e Mattia Santoni ad agire sugli out. In attacco Chiurato e Melara.
La gara, che si è chiusa col risultato di 2-1 a favore dei blu – doppietta di Scandurra e gol di Faieta (le reti sono state siglate tutte nel secondo tempo) -, ha segnato l’infortunio di Colonnello, che nella ripresa è dovuto uscire per il riacutizzarsi della contrattura alla coscia sinistra che nei giorni scorsi lo ha tormentato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 722 volte, 1 oggi)