SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo tre settimane di preparazione lontani da incontri di campionato i ragazzi del Rugby Club Sanbenedettese si apprestano a partecipare alla seconda fase del campionato Marche-Abruzzo-Umbria di serie C.
La Federazione ha finalmente reso noto l’elenco delle squadre incluse in questo girone, vale a dire Abruzzo Rugby, Cus Perugia, Gran Sasso, Jesi, Pesaro e San Benedetto. E’ per ora noto il calendario della sola giornata di domenica 5 Febbraio che vedrà scontrarsi alle 14:30 Gran Sasso e San Benedetto, Pesaro e Abruzzo Rugby, Cus Perugia e Jesi
E’ ormai quasi assodato inoltre che sia lo Jesi che il Cus Perugia parteciperanno a questa fase senza possederere quei requisiti di idoeneità necessari a concorrere alla serie superiore. Questo non deve però far prendere alla leggera gli scontri che ci saranno con queste 2 squadre per almeno due motivi: il primo è che giocheranno per vincere quindi saranno match tesi e stressanti che si ripercuoteranno sulla forma delle squadre “idonee?, il secondo è che comunque le decisioni finali spettano sempre alla FIR.
La storia ci insegna che qualche anno addietro la Federazione annullò dei punti di penalità proprio allo Jesi consentendogli di salire in classifica (nonostante il regolamento non prevedesse nulla di simile) mentre in un’altra occasione vennero ripescati in serie A dietro esplicita richiesta. Con questo non si intende che lo Jesi abbia ricevuto negli anni qualche trattamento di favore ma, visti i precedenti, sarebbe meglio non sottovalutare la questione.
Per quanto riguarda il Cus Perugia c’è da dire che è la seconda squadra di un team che gioca già in serie B e che è arrivata quarta nella classifica del girone 1: sarebbe stata terza senza alcuni punti di penalità inflitti (proprio per assenza di Campionati Giovanili) quindi è da tenere d’ occhio.
D’ altro canto anche i rossoblu di mister Pignotti se non avessero avuto ben 8 punti di penalità avrebbero terminato la prima fase in seconda posizione dietro allo Jesi. Non rimane loro che concentrarsi e crederci perché manca ormai poco alla prima partita, che darà il ciak a quello che potrebbe divenire il sequel di un film girato ben 10 anni fa dal titolo “Un paradiso chiamato Promozione?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 469 volte, 1 oggi)