GROTTAMMARE – Lo spettacolo di Lombardi offre suggerimenti stimolanti nello studio delle opere del grande poeta ed è inserito nel programma de “Il Teatro della Parola”, iniziativa compresa nel programma di “Sensi Piceni Teatro”, evento realizzato insieme alla Provincia di Ascoli Piceno e con il contributo di fondazione Carisap.
Sandro Lombardi non è nuovo a interpretazioni di poesia sorprendenti e inedite, dal Cantico di Frate Sole alla Scala, violento e accusatorio, al Palazzeschi misterioso e ambiguo, fino al Campana delirante e disperatamente visionario. Dopo aver raccontato Dante e Leopardi, Luzi e Montale, Pasolini e Sereni, non poteva ora sottrarsi alla tentazione di rovesciare l’immagine di un Giovanni Pascoli fatto di buoni sentimenti e morbosità velate. “Ci avevano insegnato a mettere Pascoli tra Renzo Pezzani e Ada Negri- commenta Lombardi- ma il suo posto è in realtà tra Gustav Mahler e Richard Wagner, tra Edgar Allan Poe e Marcel Proust..?.
Per informazioni e prevendite rivolgersi al Teatro dell’Arancio, piazza Peretti Grottammare Alta; posto unico numerato euro 10,00. Biglietteria on line www.amat.marche.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 194 volte, 1 oggi)