ACQUAVIVA PICENA – Un trionfo. L’Acquaviva si gode il successo conquistato domenica scorsa sul campo della blasonata Sangiorgese. Tre punti per la classifica o per il morale? “Opterei per la seconda ipotesi – ha esordito il tecnico degli aranciocelesti Luigi Travaglini – In classifica ci siamo mossi poco, ci sono diverse squadre a distanza di una manciata di punti?.
Ciò che ha soddisfatto il trainer è stato l’approccio alla gara: “Mi è piaciuto il modo in cui è stato interpretato l’incontro. Siamo scesi in campo con la voglia di fare risultato pieno oltre alla determinazione espressa. Si è vista le netta differenza rispetto alle precedenti gare. Come ho già ripetuto ad inizio stagione, se mettiamo questi requisiti in tutte le gare non siamo inferiori a nessuno?.
“Per noi il successo è stato una boccata d’ossigeno – ha proseguito mister Travaglini – I ragazzi hanno ricevuto una buona dose di fiducia e possono lavorare con più serenità?.
Sabato l’Acquaviva sarà ospite della Ripa: uno dei derby più sentito nell’entroterra, valevole per la salvezza. “Da qui in poi ogni gara sarà difficile – ha argomentato l’allenatore –, ma la vittoria della settimana scorsa fa ben sperare per la gara di sabato prossimo. Se usiamo lo stesso atteggiamento, ce la possiamo giocare. La Ripa, nonostante abbia gli stessi nostri problemi in fatto di classifica, è una buona squadra con delle valide individualità?.
E delle formazioni che lottano per non retrocedere, quale teme maggiormente?
“Nessuna e tutte. Siamo in una posizione critica in graduatoria per varie vicissitudini. È d’obbligo adeguarci ad ogni situazione per cui dobbiamo risollevarci solo con le nostre potenzialità. Ripeto, se giochiamo con la voglia e la determinazione giuste siamo altamente competitivi?.
Non sarà dell’incontro il solo Desideri perché fermato dal Giudice Sportivo in seguito all’espulsione rimediata nella gara contro la Sangiorgese.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 324 volte, 1 oggi)