ACQUAVIVA PICENA – Agricoltura, enogastronomia e tradizioni popolari sono gli ingredienti che animeranno il prossimo fine settimana del paese delle pajarole.
Presso il Palazzetto dello Sport di Acquaviva Picena (gentilmente concesso dall’Amministrazione Comunale) si terrà, sabato 4 febbraio alle ore 16.30, un convegno su uno dei prodotti d’eccellenza della nostra terra: l’olio. Organizzato dal Circolo Culturale “6 luglio 1799?, in collaborazione con la Banca Picena Truentina Credito Cooperativo, l’incontro sarà presieduto dai professori Camillo Di Lorenzo e Ludovico Costantini, dell’Istituto Tecnico Agrario “Celso Ulpiani? di Ascoli Piceno.
Durante il simposio, presentazione de Lu libbr’ d’lu cuntadì. I raccunt’ d’vit d’lu cuntadì d’na vot… Nuje c’ stavam…. Unica nel suo genere, almeno per il nostro territorio provinciale, l’iniziativa, una sorta di affresco sulla vita dei coloni d’un tempo, sarà illustrata dal presidente del Circolo, nonché vicepresidente della BCC, Aldo Mattioli.
Saranno presenti alla manifestazione gli autori del libro, Francesco Di Girolamo e Alfredo Merli, agricoltori del posto, comunemente noti coi nomignoli di, rispettivamente, Cacciandò e Paulè. Appartenenti ad una categoria di lavoratori che sono riusciti a superare la dura condizione mezzadrile per farsi imprenditori di se stessi, mossi da tale orgoglio, i due, alcuni anni fa, hanno deciso di prendere carta e penna e mettere nero su bianco un pezzo considerevole della loro esistenza. L’intento? Contribuire a mantenere in vita la memoria, e nei più attempati e nelle nuove generazioni, di un periodo che ha lungamente caratterizzato la storia, la cultura e la vita del nostro territorio; sino a non molti anni or sono.
La curiosità serpeggia in gran parte della cittadinanza per i numerosi manifesti che tappezzano il paese, con le foto dei due simpatici contadini. È facile prevedere che altrettanto numerosa sarà la partecipazione della stessa all’evento.
Al termine dell’incontro, esibizione della Compagnia del Saltarello Ascolano, accompagnato da assaggi di tipicità locali (prime fra tutte, le bruschette con l’olio).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 701 volte, 1 oggi)