Hc Monteprandone-Pallamano Lucilla Mosconi Ancona 34-16
HC MONTEPRANDONE: Traini, Salladini, Polenta Fabio (2), Poletti Dario (5), Poletti Marco (3), Consorti (4), Romandini (2), Caporossi (1), Sciamanna (5), De Cugni (3), Veccia (5), Gabrielli (2), Antoniozzi (3), Fanesi Bil. Allenatori: Allegrini-Iadarola.
PALL. ANCONA: Bernacchia (6), Mezzelani (2), Fioretti, Mozzioli, Pierani, Principi, Zannini (8).
Arbitro: Poli di Ascoli Piceno.
Parziale primo tempo: 12-11.
MONTEPRANDONE – Anche un pizzico di buonasorte dalla parte dell’Hc Monteprandone. Sabato pomeriggio i rossoblu hanno fatto loro la quarta partita della stagione. Un filotto di vittorie per Sciamanna e soci, che sinora hanno lasciato le briciole agli avversari. Stavolta però, a differenza della precedenti occasioni, gli uomini del duo Iadarola-Allegrini hanno faticato più del solito.
Al cospetto di una Pallamano Ancona con gli uomini contati – sette di numero -, i monteprandonesi hanno giocato un primo tempo alla pari con gli avversari, punto a punto, per poi dilagare nella ripresa, sfruttando però l’uomo in più: al quinto minuto della ripresa infatti, Mozzioli è dovuto uscire per un infortunio alla spalla sinistra.
Di lì in poi la strada è stata tutta in discesa per l’Handball Club che, dopo aver concluso la prima frazione di gioco a quota 12 reti, nella ripresa ha superato la soglia delle trenta marcature. La macchina da gol monteprandonese si è avvalsa, ancora una volta, della verve realizzativa di Danilo Sciamanna e Alessandro Veccia, tutti e due quota cinque gol.
Ll’Hc in questi giorni comincerà a pensare al prossimo impegno, ancora casalingo: sabato prossimo infatti al Palazzetto dello Sport di Via Colle Gioioso, i rossobli riceveranno la visita del Crabby Pesaro.
Per adesso in casa monteprandonese si festeggiano i tre punti incamerati contro l’Ancona e gli altri tre che la Lega, l’ufficialità è arrivata solo venerdì sera, ha assegnato alla compagine di Allegrini, omolognado la partita dello scorso 14 gennaio, che Salladini e compagnia avevano disputato al cospetto del Bastia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 456 volte, 1 oggi)