SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A volte ritornano. Nel puzzle delle trattative in corso nel centrodestra sambenedettese in vista delle elezioni amministrative mancava almeno una tessera: il comportamento dei consiglieri che a fine estate 2004 erano usciti da Forza Italia per formare il gruppo di “Azione Indipendente?. Alle regionali del 2005 c’erano state manovre di riavvicinamento al loro ex partito, ma incassata l’elezione di Vittorio Santori quei consiglieri erano stati ringraziati e salutati: la loro “sfida? era sempre stata contro l’on. Gianluigi Scaltritti, coordinatore provinciale di Forza Italia.
Ora Mario Bianconi, Michele De Rosa, Pino La Manna, Benedetto Marinangeli, con l’aggiunta del presidente della Picenambiente Gianni Merlini ma senza Angelo Ercole emigrato nel frattempo nel Nuovo Psi di Paolo Forlì, liquidano il marchio “Azione Indipendente? e cercano una nuova collocazione: in Alleanza Nazionale, oppure in una lista civica, che sarebbe quella dell’ing. Giuseppe Fiscaletti. Ad ogni modo i cinque avrebbero già deciso di scegliere al loro interno solo due o tre loro “rappresentanti? da candidare al ruolo di consigliere comunale.
I nomi verranno scelti prossimamente. Alcuni incontri con il coordinatore comunale di An e il vicecoordinatore provinciale Piunti si sono già svolti, come pure alcuni colloqui con lo stesso Fiscaletti. I cinque dicono fermamente di no alla ricandidatura dell’ex sindaco Martinelli. E formulano l’auspicio che il centrodestra arrivi ad avere un unico candidato sindaco.
Intanto nel centrosinistra sembra probabile un riavvicinamento del comitato Benigni con l’Unione e il candidato sindaco Giovanni Gaspari. Ma la decisone del comitato verrà ufficializzata solo nei prossimi giorni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 369 volte, 1 oggi)