SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Da mercoledì 1° febbraio la circolazione sul territorio comunale sambenedettese tornerà ad essere vietata solo nelle zone centrali di San Benedetto e di Porto d’Ascoli, riducendo di fatto il precedente perimetro che includeva l’intero territorio cittadino. A San Benedetto il nuovo provvedimento preso dal Commissario Straordinario Carlo Iappelli includerà nelle limitazioni la zona delimitata a nord da via D’Annunzio, a sud da via Voltattorni (entrambe escluse dal divieto), a est dal rilevato ferroviario e a ovest dalla Statale 16 che è compresa nel divieto. A Porto d’Ascoli, l’area interessata sarà delimitata a nord da via del Mare, a est da via Toti, a sud da via Esino e ad ovest dalla Statale Adriatica (tutte escluse dal divieto). Restano confermate tutte le caratteristiche del provvedimento precedente: la circolazione a targhe alterne sarà in vigore dalle 9 alle 12,30 e dalle 15 alle 18,30 di ogni mercoledì (quando non potranno circolare le auto con targa con l’ultima cifra pari) e di ogni giovedì (quando dovranno restare ferme le auto con targa avente l’ultima cifra dispari).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 592 volte, 1 oggi)