Celano-Grottammare 0-0
GROTTAMMARE: Di Clemente, Cocciardo, Costanzo, Fusco, Pulcini, Traini(70’ Gasparoni), Adiamoli(75’ Puglia), Marcucci, Ludovisi, Di Matteo(75’ Del Moro), Vergari. All Amaolo
CELANO: Bartoletti, Zanon, Raparelli, Di Matteo(65’ Conte), Pepe, Galluzzo, Cesaro(65’ Scibilia), Giacaloni, Villa, Selvaggio, Trofia. All Cifalbi
Arbitro: Di Vuolo da Castellammare di Stabia (NA)
Angoli: 4-3
Spettatori: circa 300
CELANO – Il Grottammare pareggia a Celano, ma perde due punti poiché avrebbe meritato il successo. Gli uomini di Amaolo hanno disputato una buona gara specie sotto il profilo del gioco, ma hanno peccato di precisione sotto porta fallendo innumerevoli opportunità.
Conta poco aver disputato una buona gara, al termine della quale prevale invece l’amareza, visto che la compagine del presidente Pignotti ha bisogno di punti per tirarsi fuori il prima possibile da una scomoda situazione classifica (tradotto: quint’ultimo posto, a quota 19 punti), per uscire quanto prima dalla zona play out.
Si tratta in ogni caso di trovare la giusta cattiveria sotto porta dove si è dimostrato un po’ di superficialità. La cronaca. Nel primo periodo di gioco a favore dei biancocelesti un paio di buone occasioni con Marcucci e Vergari, mentre dall’altra parte si rendono pericolosi Trofia e Selvaggio.
Le due squadre continueranno a fronteggiarsi in modo equilibrato per tutto il primo tempo, senza che una riesca a prendere il sopravvento sull’altra. Nella ripresa il Grottammare comincia a spingere di più, ma senza risultato. Negli ultimi 20 minuti i ragazzi di Amaolo assediano la porta avversaria creando moltissime occasioni da gol. Ci provano, nell’ordine, Puglia, Ludovisi, Vergari, Traini e Gasparoni, ma nessuno di loro riesce a finalizzare.
Il tecnico del Grottammare Amaolo, a fine partia, afferma: “Ci è andata veramente male, meritavamo molto di più di quanto abbiamo raccolto. Abbiamo sciupato troppo, alcune palle sono state salvate sulla linea. In questo modo poco importa di fare bella figura, a noi servono punti e su quelli puntiamo per raggiungere l’obiettivo della salvezza?.
E domenica al “Pirani? sarà di scena la capolista Val di Sangro. Una sfida insomma tutta da vedere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 226 volte, 1 oggi)