SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Occorre ridare dignità a chi lavora all’ospedale di San Benedetto e al malato, affinché non pensi già appena entrato a quali altri centri potersi rivolgere»: il candidato sindaco dell’Unione Giovanni Gaspari ha sintetizzato in questo modo la propria visione della sanità locale intervenendo giovedì 26 gennaio alla cena organizzata dagli iscritti della sezione sanità “Ettore Sciarra? dei Ds e dal suo segretario Giuseppe Cameli.
Gaspari ha parlato di serenità e speranza per il futuro da riconquistare, ha insistito sul rispetto delle regole come metodo di governo, con particolare riferimento al nuovo piano regolatore. Su questo ha accusato la giunta di centrodestra, caduta a suo dire «perché non ha quadrato il cerchio sulla speculazione edilizia».
Ha poi ribadito l’intenzione di presentare una classe dirigente «nuova e rinnovata». Quindi un nuovo appello alla mobilitazione e alla partecipazione, per scongiurare la disaffezione dalla politica, l’«astensionismo e l’apatia». E per una campagna d’ascolto che verrà condotta per settori e per problemi, chiamando i cittadini ad essere soggetti attivi dell’amministrazione. Un ammonimento: «probabilmente tra pochi mesi il centrosinistra guiderà la città, la provincia, la regione e il governo nazionale – ha detto Gaspari – Al centrosinistra si chiedono un passo e una sensibilità diversi, siamo sotto osservazione, non possiamo fallire.»
Più di un centinaio i presenti: naturalmente molti medici e lavoratori dell’ospedale, compresi alcuni esponenti di altri partiti, primari di reparto all’ospedale. Dal dott. Francesco Bruni (Lista Di Pietro/Mozzoni, Nefrologia/dialisi) a Vincenzo Cappelli (Ds, Pronto soccorso/astanteria) a Mario Narcisi (Sdi, reparto di Anestesia/rianimazione), quest’ultimo ringraziato ancora una volta per aver rinunciato alla propria candidatura, permettendo all’Unione di presentarsi unita e compatta alle elezioni. Ma c’erano anche il vicepresidente della provincia Emidio Mandozzi, l’ex sindaco Paolo Perazzoli, l’ex presidente della provincia Pietro Colonnella, che sarà candidato alle elezioni politiche del 9 aprile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 430 volte, 1 oggi)