SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La diciottesima edizione del Torneo di Calcio Interforze, Enti e Libere Associazioni, che come ogni anno prenderà il via il prossimo 25 aprile, per poi concludersi l’8 luglio (la finalissima, al solito, verrà disputata sul prato del Riviera delle Palme), ‘traloscherà’ dallo stadio Ballarin, dove sono state disputate tutte le precedenti edizioni, al campo sportivo Ciarrocchi di Porto d’Ascoli.
Una scelta difficile, quella attuata dalla Polisportiva Antares, organizzatrice del torneo, ma indispensabile, come lo stesso presidente Angelo Pignati si affretta a precisare: “Questo cambiamento, pur rappresentando un doloroso distacco affettivo dal glorioso Fratelli Ballarin, si è reso necessario a causa delle fatiscenti condizioni in cui versano il suo terreno di gioco, polveroso e molto sconnesso, e gli spogliatoi, non più in buono stato e soggetti ad allagamenti in caso di pioggia?.
Un quadro insomma diametralmente opposto a quello che caratterizza l’impianto della società di Walter Amante. “Il Ciarrocchi – argomenta Pignati – è in grado di soddisfare tutte le esigenze dei Gruppi Sportivi: la struttura, dotata di ampi e confortevoli spogliatoi, ha il campo in erba sintetica: ciò permetterà lo svolgimento della competizione su un tereno di gioco in condizioni sempre ottimali. Con tale cambiamento si è voluto soprattutto tutelare l’incolumità degli stessi partecipanti, offrendo loro la possibilità di giocare su un fondo regolare e studiato appositamente per prevenire infortuni di gioco?.
La Polispotiva Antares riconrda inoltre che le iscrizioni al torneo scadranno il prossimo 3 febbraio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 330 volte, 1 oggi)