ROTELLA – Una tela del pittore fermano Filippo Ricci (1715-1793) torna a brillare dei suoi originari vivaci colori nella chiesa di San Lorenzo a Rotella, grazie al restauro effettuato da Andrea Simoni di Comunanza, finanziato con 3200 euro dalla Fondazione Carifermo presieduta dall’ing. Amedeo Grilli, su iniziativa della parrocchia di padre Grazioso Mapelli, del sindaco Domenico Gentili e della direttrice dei Musei Sistini Paola Di Girolami. L’inaugurazione sabato 28 gennaio alle 17 con la partecipazione della dott.ssa Benedetta Montevecchi della sovrintendenza delle Marche di Urbino.
Si tratta di una “Madonna del rosario tra San Carlo Borromeo e San Domenico?, pala di un altare laterale della chiesa, dell’altezza di 242 centimetri, larga 130. Un’opera che rischiava di andare perduta, per l’inconsistenza della tela ormai ridotta ad una velina e per i colori ormai prosciugati e cadenti, come ha spiegato Massimo Papetti (ufficio diocesano per i beni culturali, conservatore storico dell’arte dei Musei Sistini) durante la presentazione alla stampa del restauro, mercoledì 25 presso la residenza vescovile al Paese alto di San Benedetto.
Papetti ha parlato della famiglia Ricci, “monopolista? delle arti nel fermano tra la fine del seicento, con il capostipite Ubaldo e suo fratello Natale, e il 1829, anno di morte dell’ultimo esponente, Alessandro. Filippo Ricci era il figlio di Ubaldo, dapprima suo allievo, poi di Donato Creti a Bologna e Corrado Giaquinto a Roma. La chiesa di San Lorenzo custodisce 13 opere di Filippo, alcune non firmate (quella restaurata è datata 1761). I 600 residenti del paese avevano precedentemente finanziato il restauro del portone settecentesco della chiesa, costato 11.600 euro.
Il sindaco e il parroco hanno parlato dell’entusiasmo dei residenti per i restauri già effettuati e per quelli che restano da fare e della loro utilità complessiva, anche per l’economia del territorio. La Di Girolami ha annunciato il completamento dell’opera di inventariazione delle opere dei Musei Sistini (chiese e musei), iniziata nel 1997.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 884 volte, 1 oggi)