SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Due capitomboli di fila la Joints non li aveva mai collezionati nell’attuale torneo. Sabato scorso, dopo la battuta d’arresto di Cagli, i rossoblu sono nuovamente caduti sul parquet di Tolentino, dove la Nuova Simonelli ha mostrato un’evidente superiorità.
Le conseguenze sono state pesanti: addio alla vetta, il Cagli è quattro lunghezze più avanti, e aggancio da parte del quintetto maceratese e dell’IME Porto Potenza Picena.
Potere delle assenze di Belelli (dovrebbe tornare disponibile tra un paio di settimane) e Falà (per lui tempi di recupero un poco più lunghi)? Andrea Reggiani, coach del quintetto rivierasco, non ha dubbi: “Stiamo giocando senza pivot, gestire la situazione, dopo due tempi, diventa difficile. Stiamo pagando, soprattuto a livello psicologico, la loro assenza, visto che da sempre contribuiscono a infondere sicurezza alla squadra, soprattutto ai più giovani�.
“Ma il rammarico maggiore – continua Reggiani – è lagato alla poca disponibilità dell’amministrazione comunale: avremmo bisogno di allenarci al PalaSpeca almeno tre volte a settimane e non due come capita adesso. Capisco che diversi sport debbano usufruire dell’impianto, ma c’è anche il basket a San Benedetto�.
Cambiamo argomento: dal mercato è arrivato l’ex Porto Recanati Castracani, 11 punti sabato scorso a Tolentino. Reggiani lo promuove, “Pur avendo due soli allenamenti nelle gambe, ha disputato una buona gara�, ma non può fare a meno di precisare che “attualmente siamo contati, mi è difficile gestire l’organico al meglio nel corso della partita. Da metà incontro in giù il calo è quasi fisiologico�.
Dal mercato poteva arrivare qualche altro giocatore? “Avevo già stabilito con la società che non ci saremmo mossi ulteriomente. Basta Castracani, anche perché pivot a prezzi contenuti non ce n’erano a disposizione�.
Chiuso questo capitolo, ne apriamo un altro: la sfida contro il San Severino, sabato prossimo sul parquet del PalaSpeca. “Dobbiamo vincere – replica seccamente coach Reggiani -. Per tanti motivi. Per la classica e il morale su tutti. Sono ottimista e ripongo fiducia nei confronti della squadra che deve solo mettere in campi più cattiveria e grinta, specie in difesa�.
Di seguito il programma della seconda giornata del girone di ritorno.
Ecochim P.S. Giorgio-Pol. Ricci Chiaravalle
Ascoli Basket-Targotecnica Fabriano
Cus Urbino-Apra Jesi
GS Supermercati P.Recanati-Banca Generali Castelraimondo
IME P.P.Picena-Pedaso
Cestistica Ascoli Piceno-Basket Cagli
Ulissi Costruzioni Macerata-Nuova Simonelli Tolentino
B.C. San Benedetto-Rio Inerti S.Severino

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 298 volte, 1 oggi)