CUPRA MARITTIMA – L’amministrazione comunale ha approvato un progetto per realizzare, in zona San Silvestro, un capannone per lo smistamento e lo stoccaggio di materiale da destinare ad aiuti umanitari. Il capannone vuole rispondere all’esigenza da parte dei Cavalieri di Malta, il cui rappresentante locale è Fortunato Amabili, di imballare l’enorme quantità di materiale, che viene donato gratuitamente, per i più bisognosi.
«La struttura – ha spiegato il sindaco Giuseppe Torquati – verrà realizzata in zona San Silvestro e sarà data in gestione all’Ordine dei Cavalieri di Malta. Il capannone sarà costruito in un terreno di proprietà comunale con l’apporto economico di imprese private che hanno dato la loro adesione a titolo gratuito. Nell’arco di un paio di mesi inizieranno i lavori».
«Il 24 ottobre 2001 – ha sottolineato Fortunato Amabili – un frate mi ha introdotto presso i Cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme, detti Cavalieri di Malta. Da lì sono diventato capo commenda di Marche e Abruzzo. Con questo capannone si risolve un grosso problema: adesso, infatti, il materiale viene accatastato a Centobuchi, dove peraltro è chiuso di domenica, motivo per cui i volontari che durante la settimana lavorano non possono darci una mano. Riceviamo molte donazioni: dagli strumenti ospedalieri, ai vestiti, ai generi alimentari. Da quando ho iniziato questo cammino ho organizzato sette Tir, alcuni diretti all’estero, altri in Italia. Sarebbe importante poter contare sulla presenza di altri volontari perché c’è tanto lavoro da sbrigare: tutto il materiale che ci arriva deve essere selezionato; ogni scatolone poi deve essere numerato e schedato?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 277 volte, 1 oggi)