Real Centobuchi 1- Amandola 0
REAL CENTOBUCHI: Vagnoni, Capecci, Giangrossi, Traini, Di Michele, Mandozzi, De Angelis, Almonti S., Amatucci, Galiè, Gaetani. Sciamanna, Aragrande F., Spinozzi, Carlini, Almonti R., Cappelli, Mozzoni. All. Di Michele.
AMANDOLA: Petrarulo, Galloppa, De Angelis, Cherri Lepri, Marcolini, Lupi, Bruni, Cennerelli, Tidei, Galiè G., Ottavi. Romanelli, Galiè A., Millozzi, Ottavini, Pieroni. All. Sirocchi.
Reti: 85’ Amatucci (R) rig.
Arbitro: D’Angelo.
MONTEPRANDONE – Vittoria di misura del Real Centobuchi che supera l’Amandola solo nel finale di partita con un penalty trasformato dal solito Amatucci, il quale raggiunge la doppia cifra nella classifica marcatori.
Incontro condizionato dal gran freddo. I biancoblu hanno avuto un inizio piuttosto promettente: al 6’ la prima occasione per passare in vantaggio con Amatucci, che raccoglie un bel cross dalla sinistra di Giangrossi; un minuto Galiè aveva colpito il palo.
L’Amandola è comunque ben disposto in campo e riesce a respingere le incursioni degli attaccanti del Real. Al 17’ De Angelis libera un tiro dal limite dell’area ma il portiere ospite respinge con i pugni; cinque minuti più tardi arriva la prima occasione per gli amaranto con Galiè Gionata che si libera dai suoi avversari al limite dell’area e fa partire un sinistro insidioso. Fuori di poco.
Per i successivi venti minuti non succede quasi nulla con le due squadre che si affrontano principalmente a centrocampo annullando di fatto i rispettivi attacchi.
Nella ripresa mister Di Michele sposta Gaetani, fin qui piuttosto in ombra, da sinistra a destra e gli effetti si fanno sentire subito. Ma la prima occasione è appannaggio degli ospiti che usufruiscono di un calcio di punizione dal limite; sulla battuta il solito Galiè: la sua conclusione si infrange sulla barriera.
Al 10’ della ripresa rinvio di Vagnoni con il pallone che supera la difesa ospite e Galiè si invola verso ma il suo tiro sul palo più lontano finisce sul fondo. Sul capovolgimento di fronte è sempre l’altro Galiè a portare scompiglio tra i difensori del Real, ma la sua conclusione da distanza ravvicinata per fortuna termina a lato.
L’incontro si vivacizza ed è di nuovo Galiè a trovarsi palla al piede in area di rigore amandolense ma rinviene su di lui un difensore che sporca la sua conclusione in calcio d’angolo.
Intorno alla mezz’ora ancora un’occasione per parte; la prima capita sui piedi di Cherri che si ritrova davanti a Vagnoni, ma il portierone del Real Centobuchi sventa il pericolo con una deviazione di piedi. Sull’altro fronte è Almonti ad avere la palla buona ma la sua conclusione dal limite dell’area piccola è troppo debole.
Mancano oramai pochi minuti al fischio dell’arbitro e l’incontro sembra destinato a terminare sullo 0 a 0; all’83’ azione confusa davanti alla porta di Petrarulo con Mandozzi e Amatucci che cercano di buttare il pallone oltre la linea di porta ma oggi sembra che non voglia proprio entrare.
Sul susseguente calcio d’angolo battuto da Gaetani Mozzoni viene atterrato in area e il signor D’Angelo indica il dischetto del rigore tra la disperazione degli amaranto e la gioia dei giocatori del Real. Alla battuta il solito Amatucci, che realizza con un brivido visto che il portiere individua la traiettoria ma non riusce a bloccare il pallone.
La vittoria permette al Real Centobuchi di agganciare al terzo posto un Castignano in crisi di risultati (2 punti nelle ultime 4 partite, nda) e portarsi ad una sola lunghezza dal Campofilone.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 283 volte, 1 oggi)