Alex è un ragazzo americano di religione ebraica sempre molto paziente con suo nonno, che gli racconta continuamente storie della guerra e della follia nazista. Dopo l’ennesima storia, Alex decide di partire per l’Ucraina alla ricerca dell’uomo che nel periodo della guerra salvò suo nonno.
Tratto da un romanzo di Jonathan Safran Foer, “Ogni cosa è illuminata” racconta, a modo suo, della Shoah, ma con aspetti umoristici e a tratti commoventi. Il protagonista del film è Elijah Wood, che gli appassionati ricorderanno anche nel suo ultimo impegno cinematografico, “Sin city” di Robert Rodriguez.
Il film (Usa 1005, durata 102′) verrà proiettato martedì 17 gennaio nell’ambito del III ciclo del cineforum Buster Keaton. Inizio proiezione ore 21.30. Ingresso euro 4,50 con tessera F.I.C.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 459 volte, 1 oggi)