SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ermanno Pieroni, diesse dell’Arezzo, nonché ex presidente dell’Ancona Calcio, era quest’oggi presente sugli spalti del Riviera delle Palme, per assistere alla sfida tra i rossoblu di mister Giannini ed il Teramo di Marco Cari.
Il direttore sportivo amaranto è tornato a San Benedetto a distanza di nove mesi, visto che l’ultima volta fu in occasione della gara della compagine di Davide Ballardini contro il Lanciano, lo scorso 24 aprile. “Sono venuto per vedere qualche giocatore, è naturale – argomenta Pieroni -, chi fa questo mestiere deve sempre tenersi aggiornato. Il Teramo? L’ho visto meglio in altre occasioni, la Samb ha strameritato di pareggiare, anzi nel primo tempo ci stava un rigore ai danni di Scandurra, ha colpito un palo ed ha avuto diverse occasioni per andare in gol�.
“Vorrei fare i complimenti al pubblico – continua Pieroni – che nonostante lo svantaggio ha sostenuto dall’inizio alla fine i propri beniamini. Davvero una bella tifoseria quella rivierasca, ma del resto lo sapevo, sono venuto qui in altre occasioni e non sono mai rimasto deluso. C’è sempre grande passione nella tifoserie sambenedettese�.
In ultimo una considerazione su Jacopo Stazzi, uno degli ultimi arrivati in casa Samb (sarĂ  disponibile a partire dalla trasferta di La Spezia, in programma domenica prossima, ndr), il quale nel campionato in corso ha vestito proprio la maglia dell’Arezzo. “E’ un ottimo acquisto per la Samb. Un ragazzo molto serio, tra l’altro un difensore duttile, che può giocare sia da centrale, sia de esterno destro – afferma il diesse amaranto – Voleva giocare con piĂą continuitĂ  (una sola presenza in Toscana, ndr): l’abbiamo accontentatoâ€?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 642 volte, 1 oggi)