SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’Udc invita gli alleati della Casa delle Libertà a stringere i tempi per definire alleanze, programma e un candidato sindaco da contrapporre a Giovanni Gaspari, proposto dall’Unione. È il segretario comunale e provinciale del partito, Paolo Turano, ad elencare le priorità, al termine di una riunione cui ha preso parte anche il senatore Amedeo Ciccanti, oltre ad iscritti e simpatizzanti.
Turano sostiene che per la scelta del candidato sindaco il proprio partito non ha “pregiudiziali politiche e personali?, affrettandosi a precisare che “il sindaco, per non ripetere l’infausta esperienza passata, deve essere la sintesi e il rappresentante della coalizione e non il capo, essendo la nostra una coalizione politica e non militare?. Concetto poi ribadito parlando di “triste esperienza commissariale che siamo costretti a vivere per colpe altrui, ben individuabili?.
Nel suo comunicato il segretario delinea poi l’identikit del candidato ideale, che deve possedere “requisiti di democraticità, di verificata sensibilità verso quei valori cristiani nei quali si intende fondare l’alleanza politica, di conoscenza dei problemi sociali, economici e politici della città?. E infine di “particolare sensibilità verso le problematiche dei più deboli della società?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 261 volte, 1 oggi)