SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo le discussioni dei giorni scorsi Forza Italia si presenta compatta alla stampa e indica ancora una volta il percorso che seguirà per la campagna elettorale, all’indomani della riunione che si è svolta venerdì 13 gennaio: prima possibile il programma su cui confrontarsi con gli alleati, poi l’allargamento della coalizione e il candidato sindaco, senza preclusioni su alcun nome, compreso quello dell’ex sindaco Martinelli, che anzi viene definito “un interlocutore importante?.
Anche se la sua ricandidatura a sindaco, come è noto, è fumo negli occhi per Alleanza Nazionale e Udc, che sarebbero invece disposti ad allearsi con la sua lista (e con il suo potenziale pacchetto di voti). Insomma un partito “aperto a tutti quanti? come il don Giovanni mozartiano, con tanto di convitato di pietra (in dote agli alleati): appunto Martinelli.
Il coordinatore provinciale on. Gianluigi Scaltritti, quello comunale Luigi Capriotti e il suo vice Bruno Gabrielli precisano che il loro partito discute al momento “in piena autonomia?, ma anche con la maggiore responsabilità all’interno della Casa delle Libertà per la forza dei numeri di cui dispone. “Il nostro obiettivo è vincere – dice Scaltritti – motivo per cui cercheremo di allargare quanto più possibile la coalizione, non escludendo possibili alleanze con una parte della sinistra?. Il riferimento evidente è al comitato che sostiene Giuseppe Benigni sindaco, che pure da parte sua ha dichiarato di essere uomo di sinistra, indisponibile a passare a destra.
I tre esponenti politici presentano il loro partito come garante della governabilità, vantando l’opera dei propri assessori durante il mandato del sindaco Martinelli, dei consulenti di aerea Forza Italia e degli uomini che hanno operato all’interno delle società partecipate dal comune, come la Multiservizi o la Picenambiente. La “fuga? di molti consiglieri comunali ed iscritti? “Normale selezione in un partito giovane che con questo ha acquisito grande maturità?, risponde sempre Scaltritti.
Il deputato manda anche un messaggio non troppo velato al senatore ascolano dell’Udc Amedeo Ciccanti, senza nominarlo: “San Benedetto non può stare ai giochini di figure esterne alla città, che approfittano di difficoltà all’interno della coalizione per trarne vantaggi personali?.
Dalla prossima settimana Forza Italia si riunirà tutte le sere per definire il programma, su cui stano lavorando otto commissioni: lavori pubblici e urbanistica (responsabile Giovanni Poli), ambiente (Ruggiero Latini), Sanità (Lorena Di Nardo ed Enrico Damiani), Sociale (Paolo Perozzi), Sport, Cultura e Turismo (Gabrielli), Bilancio e società partecipate (Luigi Citeroni), Burocrazia e macchina comunale; attività produttive. Le ultime due al momento senza un coordinatore, ma aperte come le altre ai contributi di tutti gli iscritti.
Scaltritti Capriotti e Gabrielli rendono infine noto che sabato 11 gennaio la campagna elettorale del centrodestra nelle Marche vivrà il suo clou con la presenza del presidente del consiglio Berlusconi ad Ancona. Iscritti e simpatizzanti potranno raggiungere il capoluogo gratuitamente in pullman, prenotandosi alla sede di Forza Italia in via Crispi 72, anche telefonicamente al numero 0735.595569.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 411 volte, 1 oggi)