SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riportiamo di seguito una e-mail scritta da un appassionato tifoso della Samb che preferisce restare nell’anonimato.
15 gennaio 2006, è il giorno di Samb–Teramo! Nulla di eclatante per un incontro che potrebbe avere il leggero sapore di un derby condito da un’infinita rivalità! Tutto il resto è solo il rossoblu che è quello che da sempre batte nei nostri cuori e che con la voce domenica saremo come sempre in dovere di spingere alla vittoria finale! Quel rossoblu che ci ha fatto soffrire e gioire, o che non ci ha fatto dormire o ci ha fatto macinare tanti chilometri! Lo stesso rossoblu che ci ha fatto anche discutere ed a volte dire cose che non volevamo o che ci ha fatto reagire istintivamente! Ed è lo stesso rossoblu che in passato ci ha dato tanta forza e che oggi dobbiamo contraccambiare come non mai rendendolo forte del nostro calore cercando di mettere a sangue freddo una pietra sopra ogni discussione come succede in tutte la grandi famiglie.
Grande famiglia come è la curva Massimo Cioffi e tutti i settori dello stadio dove sono tutti coloro che si sono sacrificati da sempre per questi magnifici colori e che per sempre continueranno a farlo.
Tutto questo perché dopo aver trascorso mesi turbolenti che hanno influenzato e condizionato la nostra amata Samb è ora di spazzare via tutto ciò che c’è stato di negativo, riportando allo stadio lo sfogo e l’urlo della nostra vera grande passione ricolorando completamente gli spalti di rossoblu!
Domenica Tutti allo stadio ed un solo grido: Forza SamB!

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 789 volte, 1 oggi)