TERAMO – «Sarebbe il massimo se, dopo aver rinnovato il contratto con il Teramo per altre due stagioni, riuscissi ad andare in gol domenica a San Benedetto». Vincent Taua, il bomber del Teramo, ha aggiunto: «Dire che a Teramo ho trovato la mia misura di esistenza calcistica è poco, mi sono subito inserito e sto molto bene. Adesso però bisogna pensare a continuare a fare bene. Siamo nei playoff e dobbiamo fare di tutto per restarci cercando qualora fosse possibile di migliorare la nostra posizione. Le possibilità ci sono. Intanto domenica siamo attesi da una gara difficile, affronteremo una squadra che deve cercare di fare punti per abbandonare la bassa classifica, giocheremo contro ex compagni di squadra, De Rosa, Bagalini, Faieta, insomma davvero una partita dal sapore particolare. E noi oltretutto non abbiamo dimenticato quanto avvenne nella gara di andata, in quella partita tanto strana che riuscimmo a perdere in maniera rocambolesca. Quell’1-4 ce l’abbiamo ancora sullo stomaco».
Anche il presidente Malavolta commenta il rinnovo di contratto di Taua. «Vincent è un giocatore che ogni squadra vorrebbe avere. Sa sacrificarsi, sa stare nel gruppo. E’ un bravo giovane ed un buon calciatore. Avergli rinnovato il contratto significa anche che il Teramo continua a credere in lui». Taua ha avvertito il richiamo delle sirene. Le voci che lo hanno riguardato circa una sua possibile cessione. «Penso solo al Teramo -è il suo commento-. Tutto il resto non mi tocca. So di dover fare solo il bene del Teramo e quindi darò l’anima per fare sempre di più. Ultimamente non sono stato fortunato, mi auguro che in futuro possa riavere quanto mi è stato negato dalla sfortuna».
Fonte: messaggero.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 373 volte, 1 oggi)