MONTEPRANDONE – Monteprandone, culla della pallamano maschile in Riviera e in tutta la vallata del Tronto. A distanza di una ventina di anni ritorna lo sport che fece la sua comparsa attorno alla metà degli anni Ottanta, proprio nel centro alle porte di San Benedetto.
Sabato prossimo, alle 19, presso il Palasport di via Colle Gioioso, i ragazzi di mister Alessandrini faranno il loro debutto dinnanzi al pubblico amico – a tale proposito sarebbe bello potere ammirare presenze degne di un incontro che non ci sembra esagerato coniare col termine di storico (l’ingresso è libero) -, dopo la gara andata in archivio prima della stata natalizia (la vittoria, per 29 a 18, in quel di Cingoli).
Avversario il Bastia, per una sfida che precederà una serie di impegni molto fitti per la formazione nostrana. Nell’ordine: trasferta a Camerino (22 gennaio), in casa contro la Pallamano Ancona (28 gennaio) e Pesaro Crabby (4 febbraio), sul campo del Chiaravalle (12 febbraio) e al cospetto dell’Handball Ancona, al Palasport di via Colle Gioioso (18 febbraio).
Il professor Pasquale Iadarola, che insieme ad Alessandro Veccia coadiuva mister Giorgio Alessandrini, ha parole importanti per il debutto tra le mura amiche dell’Hc Monteprandone. “Siamo consapevoli di rappresentare l’intera vallata del Tronto; questo aspetto costituisce certamente motivo di grande orgoglio per tutti noi, ma d’altro canto ci responsabilizza, perché sappiamo che la cittadinanza nutre grandi aspettative?.
E a proposito dell’organico che compone la formazione monteprandonese – che ieri sera, in vista della sfida al Bastia, ha sostenuto un’amichevole con l’Handball Pescara, in Abruzzo – Iadarola afferma: “Siamo soddisfatti, a furia di lavorare stiamo crescendo. Mi sembra di intravedere un miglioramento costante, dunque per la gara di sabato non possiamo che essere ottimisti, nella speranza che l’attuale torneo di C sia solo un campionato di transizione?.
Una mano potrà darla il pubblico. “Credo che se arriveranno le vittorie, pian piano anche il palazzotto si riempirà. Ricordo ancora quando cominciammo, una ventina d’anni fa; giocavamo all’aperto, dietro l’albergo San Giacomo di Monteprandone. Le cose andavamo bene e la gente ci seguiva con grande affetto e partecipazione. Sarebbe bello potersi ripetere a distanza di tanti anni?.
In ultimo ricordiamo la rosa dei giocatori dell’Hc Monteprandone, che comprende i portieri Artemio Falà e Alessandro Salladini, le ali Paride Bisirri, Giacomo Cagnetti, Ernesto Bil Farnesi, Marco Poletti e Daniele Poletti; i terzini Marino Caporossi, Alessio Consorti, Francesco Antoniozzi, Danilo Sciamanna, Alessandro Veccia e Giampiero Traini; i centrali Fabio Poletti e Pierpaolo Romandini; i pivot Mariano De Cugni, Matteo Sbei e Pierpaolo Gabrielli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 427 volte, 1 oggi)