SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tanta attesa per l’allenamento della Samb di Giannini da parte della tifoseria, tanta curiosità per l’arrivo di eventuali nuovi calciatori. Soltanto Stefano Bagalini, dei volti nuovi targati Alberto Soldini, era presente al “Riviera delle Palme?, anche se la Samb ha ufficializzato l’arrivo di Danilo Zini, difensore proveniente dal Catanzaro (dove invece andrà Davide Tedoldi). “Sono contentissimo di essere qui a San Benedetto – sono state le prime parole di Stefano Bagalini – Oggi ho trovato un gruppo sereno e unito, che può far bene?.
Riguardo le prospettive della stagione, Bagalini (arrivato dal Verona in prestito fino al termine del campionato) afferma che “la Serie C è strana e la classifica è corta: occorre un filotto di prestazioni positive per tirarci fuori da questa situazione. So che la società è ambiziosa e si sta muovendo per costruire una grande squadra. Tuttavia l’obiettivo principale è di uscire fuori dalla zona play-out. Poi, tutto può accadere?.
Bagalini non ritiene che San Benedetto sia un declassamento rispetto alle precedenti esperienze di Serie B, ad Avellino (due anni fa, con Zeman in panchina) e a Verona: “San Benedetto è una piazza importantissima e non si può dire che sia un declassamento. D’altronde ad Avellino ho giocato da titolare le prime dieci partite, poi sono finito in panchina. Sono venuto a San Benedetto soprattutto per il prestigio di questa squadra: certo, un po’ ha influito anche l’esser tornato vicino casa, ma questo non è stato un aspetto centrale?.
Una curiosità: Bagalini ritrova a San Benedetto Roberto Pruzzo, che aveva avuto come allenatore nella sua breve esperienza ad Alessandria, appena terminata la trafila nelle giovanili del Torino. Bagalini ritrova a San Benedetto anche due ex compagni del Teramo, Faieta e De Rosa. “Arriveranno nuovi giocatori, ma se sono bravi non credo che ci saranno delle difficoltà di ambientamento. Credo anche che la squadra non sia così male come è stata dipinta, a testimonianza che a Novara si era in vantaggio per 2-0?. Bagalini domenica prossima affronterà il Teramo, formazione con la quale ha giocato per tre anni, vincendo un campionato di C2 e arrivando ai play-off per la Serie B. “Inutile nascondere che per me si tratta di una gara importante”, taglia corto.
ALLENAMENTO. Assente Tedoldi, tutti gli altri calciatori erano disponibili ad eccezione di Femiano che ha svolto del lavoro a parte, mentre Zamperini non ha forzato per evitare problemi muscolari dopo l’esordio in rossoblu di Novara.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 170 volte, 1 oggi)