SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Durante i due furti furono sottratti all’istituto oggetti del valore complessivo di 20 mila euro.
P.D.A., sambenedettese attualmente residente a Martisicuro, ha confessato di essere l’autore di entrambi i colpi ed è ora accusato di furto aggravato in concorso. Nell’appartamento del giovane è stata rinvenuta la refurtiva, prontamente restituita ai dirigenti dell’istituto scolastico di Spinetoli. I Carabinieri hanno richiesto al Questore di Ascoli Piceno il rilascio di un voglio di via che vieta a P.D.A. di tornare a Spinetoli. Molto probabilmente il ragazzo ha agito insieme ad uno o più complici, sui quali i Carabinieri stanno svolgendo opportune indagini.
I Carabinieri sono riusciti ad arrivare a P.D.A. attraverso accurati controlli per la sicurezza stradale nella Riviera delle Palme, uno dei computer rubati è stato infatti trovato a bordo di un’automobile fermata per un banale quanto utile controllo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 328 volte, 1 oggi)