SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una giornata tranquilla poteva trasfomarsi in tragedia se una volante della Polizia non fosse intervenuta per sedare una violenta lite scoppiata tra due tossicodipendenti. Il fatto è accaduto intorno alle 10 di questa mattina presso i locali del Ser.T. di S.Benedetto, situati all’interno della struttura del locale ospedale civile: mentre alcune persone erano in fila in attesa della somministrazione del metadone, tra due di loro è nato un diverbio, degenerato presto in una lite.
Antonio P., 22enne originario del napoletano ma da diversi anni residente nella nostra città, ha improvvisamente tirato fuori una pericolosa arma da taglio a tre lame colpendo con forza il sambenedettese D.R, 38 anni, raggiunto da alcuni fendenti all’addome e al collo. Ad evitare che l’aggressione provocasse ulteriori conseguenze il provvidenziale intervento di una volante della polizia.
Antonio P. è stato immediatamente bloccato dagli agenti e quindi arrestato. La vittima ha riportato ferite profonde al corpo: con ogni probabilità nelle prossime ore sarà sottoposto ad intervento chirurgico.
La Polizia, coordinata dal dirigente Marco Fischetto, sta cercando di ricostruire l’accaduto per risalire ai motivi che hanno dato origine alla violenta lite. Antonio P. e D.R. hanno alle spalle alcuni reati legati alla tossicodipenza. Inoltre, l’aggressore è stato denunciato in passato per porto abusivo di arma da taglio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 693 volte, 1 oggi)