ROSATI 7: impegnato in più circostanze, se la cava sempre abbastanza bene. Para, con bravura, il rigore battuto da Martinetti.
MACALUSO 5: ha grosse responsabilità in occasione del secondo gol di Martinetti, lasciato tutto solo nel cuore dell’area rossoblu. Fatica, e non poco, al cospetto di un cliente difficile come Cristiano, che gli fa venire il mal di testa in più circostanze. Nel ruolo di terzino, non è una novità, non convince.
COLONNELLO 6: dal suo piede sinistro parte il tiro dal quale scaturisce il vantaggio iniziale per la squadra marchigiana; limita le incursioni in avanti, visto che ha il suo bel da fare con Matteassi, vera e propria spina nel fianco per la difesa ospite. Nella ripresa in ogni caso il difensore abruzzese gli prende le misure.
DE ROSA 6: si fa apprezzare di più nel primo tempo, ma il mastino napoletano garantisce sudore e agonismo per l’intera durata del match.
ZANETTI 6: partita di sostanza, senza fronzoli. La macchia però, per l’ex Teramo, come per l’intero reparto arretrato ospite, è costituita dal secondo gol piemontese e dai calci piazzati. Bene insomma palla a terra, soffre sui traversoni.
ZAMPERINI 6: l’ex Ternana torna in campo dopo tanto tempo e nel complesso se la cava più che bene. Procura il rigore, peraltro dubbio, col quale il Novara accorcia le distanze. Per il resto vale lo stesso discorso fatto per Zanetti.
YANTORNO 5.5: eterno incompiuto. Corre, sbuffa, si propone, ma al momento di concludere spreca malamente. Gli succede, come era capitato contro il Giulianova, prima della sosta, a metà ripresa. Può e deve maturare.
TEDOLDI 6: agisce da play maker davanti alla difesa. Taglia e cuce un’infinità di palloni. Ritorno in campo, a distanza di tre mesi, tutto sommato positivo. Talvolta appare troppo statico.
SCANDURRA 7: seconda doppietta stagionale (la prima l’aveva messa a segno nel derby al cospetto della Fermana) per l’ariete rossoblu che torna al gol dopo un mese (contro la Pro Patria). Re Mida: trasforma in oro quello che tocca. Cala, molto stanco, nella ripresa.
PERRULLI 6: insieme a Scandurra è l’unico, in avanti, a poter far male. Tanto movimento, qualche invenzione. Promosso.
FAIETA 5: molto in ombra. Assiste in maniera inadeguata il fronte offensivo rossoblu. Quella di Novara è stata la sua ultima gara in rossoblu?
MATTIA SANTONI (dal 39′ del st) n.g.: ha a disposizione pochi minuti. Non incide.
IRACE (dal 43′ st) n.g: idem come sopra.
PEPE (dal 48′ st) n.g.: idem come sopra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 801 volte, 1 oggi)