RIPATRANSONE – Sabato 7 gennaio alle ore 16.30 presso la Sala di Rappresentanza del Municipio si terrà una conferenza su “Il Teatro Mercantini a Ripatransone tra cultura d’élite e pedagogia civile?. Presentazione di Remo Bruni, relazione di Maria Cristina Verdecchia.
Durante l’incontro si discuterà sulla tesi tenuta dalla Dott.ssa Verdecchia presso l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo?- Facoltà di Sociologia. Il lavoro che sarà presentato vuole essere uno spunto d’ analisi, un’ottica differente per guardare uno degli aspetti più importanti della Storia Moderna d’Italia: l’Unificazione. Nello specifico, l’intento è stato di mostrare come il Teatro a Ripatransone abbia rappresentato, anche se non per tutto l’arco temporale da analizzato, un intreccio tra la cultura borghese, o d’élite, e la pedagogia civile attraverso l’ analisi delle locandine degli spettacoli messi in scena dal 1854 al 1891. Tale analisi è stata poi correlata con i processi storico-culturali dell’epoca, mostrando come questa interrelazione si sia a maggior ragione evidenziata nell’ analisi dei cambiamenti politico sociali che l’Unità d’Italia ha comportato.
Afferma Verdecchia: “La fine del potere della Chiesa ha portato alla fine di una censura molto forte sia nella politica che nelle arti. Da allora infatti, cambia l’atteggiamento dell’amministrazione comunale : c’è una forte promozione dell’ esercizio delle “arti belle?, il teatro non è più un privilegio di pochi, ma diventa un mezzo per la diffusione di storia e tradizioni. Il ruolo educativo del teatro è dimostrato dal tipo di spettacoli messi in scena: racconti della storia d’Italia e delle vicende più significative del Risorgimento.?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 465 volte, 1 oggi)