SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono stati completati al porto di San Benedetto i lavori per l’installazione di un impianto di captaggio e depurazione dell’acqua di mare, a beneficio della lavorazione del pesce presso il mercato ittico diretto da Maria Grazia Villa e per gli acquari marini, con finalità turistiche e di studio, presso il museo ittico presieduto da Franco Civardi.
Lo rende noto l’ex assessore alla pesca Marco Lorenzetti, che ricorda come la progettazione fosse già stata avviata dal suo predecessore Nazareno Torquati, circa 15 anni fa. I lavori sono costati 97.621 euro, finanziati per il 17% dal governo, per il 15% dall’Unione Europea e per l’8% dalla Regione Marche, grazie all’interessamento del vicepresidente Luciano Agostini.
La gestione dell’impianto costerà 10 mila euro all’anno alle casse comunali, mentre gli operatori potranno allacciarsi alla rete con un costo di attivazione ritenuto “elevato? da Lorenzetti e con un canone di 40 euro mensili. Il commissario straordinario del comune, Carlo Iappelli, ha inoltre deliberato di stanziare 40 mila euro per manutenzioni straordinarie e messa in sicurezza dello stesso mercato ittico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 286 volte, 1 oggi)