GROTTAMMARE – Dal Cervia al Grottammare con una sosta alla Renato Curi Angolana, Oscar Di Matteo è a tutti gli effetti un giocatore biancoazzurro. Contattato telefonicamente due giorni fa dal diesse Pino Aniello dopo averlo visto in panchina lo scorso 11 dicembre nella gara con la Renato Curi, poi l’ incontro con lo stesso dirigente.
Ieri pomeriggio, intorno alle 14.30, è stato ricevuto dal presidente Pignotti, una breve chiacchierata per definire le parti. Primo allenamento e alle 18 Di Matteo ha posto la sua firma sul contratto che lo legherà al Grottammare almeno fino al termine del campionato.
“Lo avevamo cercato tre anni fa quando stava a Forlì e noi eravamo stati promossi in Serie D – ha commentato il diesse Pino Aniello – Aveva fatto molto bene in quelle due stagioni in terra romagnola. Il ragazzo all’epoca, però, voleva altro così andò al Tivoli in C2 e l’affare sfumò?.
“Non abbiamo più pensato a lui dal momento che ogni anno riuscivamo a trovare delle buone punte (vedi Maffei e Pazzi, ndr). Fino a quando non l’ho rivisto in panchina nella gara contro la Renato Curi, squadra in cui militava?.
“L’ho chiamato telefonicamente poiché sapevo che era svincolato, mi ha detto che sarebbe venuto visto che si era stancato di fare il vagabondo e cercava una sistemazione vicino casa (il giocatore è originario di Pescara, ndr). Ha parlato con il presidente, si sono messi d’accordo con la soddisfazione di entrambi?.
Oscar Di Matteo si presenta a Grottammare con 92 reti segnate in carriera, divise tra la C2 (Montevarchi, Tivoli, Chieti) e la serie D (Forlì, Renato Curi). Lo scorso anno, protagonista del reality “Campioni?, ha contribuito alla promozione del Cervia di mister Graziani realizzando 14 gol in trentadue partite.
“E’ l’elemento che stavamo cercando – ha concluso il diesse Aniello – Giocatore esperto, motivato, forte di testa, insomma può fare al caso nostro. Non possiamo che essere soddisfatti della scelta?. Domenica Di Matteo scenderà in campo contro il Frascati in coppia con Ludovisi.
Il mercato biancoazzurro a questo punto può dirsi concluso anche se c’è una trattativa in corso con un esterno destro delle giovanili del Pescara, classe 86, per completare la rosa dei fuori quota.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 806 volte, 1 oggi)