SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Mercato sempre in fermento in terza serie. Le squadre delle due divisioni operano per rafforzare i propri organici in vista di un durissimo girone di ritorno.
Il Frosinone, seconda forza del C1/B, sta sfoltendo la propria rosa: via Marco Ogliari, accasatosi alla Samb, dove ritorna a distanza di due stagioni e mezzo – in Ciociaria l’ex Pisa ha collezionato appena otto gettoni -, anche Vito di Bari, vecchia conoscenza proprio del sodalizio rivierasco, starebbe per approdare alla Cremonese.
E proprio la compagine lombarda potrebbe trovare altre soluzioni in serie C. Sul taccuino dei grigiorossi, infatti, figurano diversi nomi di spicco. Se non si dovesse arrivare a Di Bari, i dirigenti cremonesi sono pronti a dare l’assalto a Gianluca Lamacchi, terzino sinistro del Genoa, da tempo fuori rosa a causa di una rottura insanabile con il tecnico Vavassori, sul quale però ci sono anche Perugia, Bari e Avellino.
L’ex piacentino sarebbe la prima scelta qualora i grigiorossi non riuscissero ad arrivare al giovane Marchese del Chievo. Per l’attacco invece spunta il nome di Rubino del Novara, il quale fa gola anche a Pistoiese e Foggia.
E a proposito di Genoa, registriamo due addii tra le fila rossoblu: quello di Lucas Rimoldi, il quale ha coronato il sogno di tornare a giocare in Patria, visto che è stato ingaggiato dal Colon (Argentina), che verserà al Grifone due milioni di euro; e quello di Michele Bacis, che si trasferisce all’Albinoleffe. Il difensore, bergamasco di nascita, fa così ritorno a casa.
Sul fronte arrivi, sempre per quanto riguarda il Genoa, oggi hanno svolto la prima amichevole in rossoblu, ancorché in famiglia, Iliev e Fusco.
In casa Salernitana pare prossimo l’addio di Giorgio Di Vicino, poco utilizzato da mister Cuoghi e con un ingaggio fuori dalla portata delle casse granata. Il giocatore ha richieste da parte di diversi club di serie C e B. Se il giovane attaccante è pronto a partire, disfa invece le valigie il portiere Marco Ambrosio, nelle scorse settimane al centro di roventi polemiche: l’estremo difensore granata verrà reintegrato in rosa e dunque per il club campano non c’è più la necessità di accaparrarsi, in sede di mercato, un numero uno.
Sul fronte arrivi i granata sono sempre alla ricerca di una punta: il giovane Dall’Acqua, del Treviso, tergiversa, dunque la dirigenza campana sta concentrando i propri sforzi su due obiettivi: Araboni, dell’Albinoleffe e Myrtaj, in forza al Catanzaro. Più percorribile forse la seconda pista, visto che la Salernitana ha tra le proprie fila quell’Ignoffo che fa gola al club calabrese e che potrebbe essere utilizzata come pedina di scambio per arrivare al centravanti albanese.
Per il centrocampo, paiono sempre validi i nomi di Davide Drascek – col Vicenza c’è già un accordo di massima – e, soprattutto, di Gionata Mingozzi, il quale con la Sampdoria non ha finora trovato molto spazio; il blucerchiato però è inseguito anche dal Bari.
Il San Marino è alla ricerca di una punta, si parla insistentemente di Selva del Padova e Mastronunzio del Frosinone. Questo potrebbe far pensare ad una cessione di uno tra Meloni (interessa all’Acireale), Piovaccari (inseguito dal Foggia) e Volpato.
Il Giulianova, che potrebbe riavere Ranalli (attualmente in forza al Foggia; 12 presenze, 1 gol), è alla ricerca di un terzino sinistro, con Morleo (Cisco Roma), l’ex Samb Max Manni (Taranto) e Vanacore (Juve Stabia), indiziati principali per vestire la casacca giallorossa. Viene inoltre dato molto vicino ad accasarsi a Giulianova il centrocampista del Taranto Luca Campanile, già in Abruzzo nelle annata ’95-’96, ’96-’97 e ’97-’98.
Per rimanere in Abruzzo, il Teramo riprende l’attaccante, girato in questa prima parte di torneo al Melfi (C2/C), Iacopo Venturini, il quale però quasi certamente verrà trasferito in qualche altro club, sempre con la formula del prestito.
Dalla Lombardia danno per fatto l’accordo tra il difensore del Monza, classe ’68, Cristiano Giaretta e la Pro Sesto di mister Trainini. Per il calciatore vicentino si tratterebbe di un ritorno, visto che ha già vestito la casacca biancoceleste nel corso delle stagioni ’91-’92 e ’92-’93.
In ultimo segnaliamo che Raffaele Biancolino, attaccante dell’Avellino, conteso da svariate compagini di terza serie, Samb compresa, proprio ieri ha giurato fedeltà al club biancoverde. Interpellato a proposito, infatti, la punta dei ‘lupi’ ha replicato prontamente: “E’ vero, molti team di C mi vogliono, ma la mia intenzione è restare ad Avellino. Poi tocca alla società decidere cosa fare sul mio futuro, però, credo che abbiano fiducia in me”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 5.240 volte, 1 oggi)