GROTTAMMARE – *Approvare il bilancio del comune di Grottammare prima della finanziaria del governo, non è né giusto né sbagliato, semplicemente inutile.
Merli con volontaria incuranza della finanziaria del governo, forza le tappe ed approva il bilancio del 2006.
Ma se il Comune di Grottammare non potrà ottemperare alla legge finanziaria del 2006, perchè tanta fretta?
Se invece si dovrà correggere il bilancio, sulla base della legge del governo, allora occorrerà rivedere tutto, quindi quello fatto fino ad oggi è tutto lavoro sprecato.
Tanto fracasso per cosa? Solo per vantare una battaglia politica cosi effimera?
Il vero problema della giunta Merli è ben più grave, amministra la città da 2 anni e mezzo senza dare una vera spinta politica e programmatica.
Continua a spendere soldi per opere pubbliche senza che ci sono giustificati motivi strategici, facendosi scudo della democrazia partecipata per legittimare le spese. Che dire della pavimentazione di piazza San Pio? Oppure degli 800.000 euro per il piazzale del Kursal, senza dichiarare l’utilizzo futuro dell’omonima palazzina, sono 2 interventi strategici per quale fine?
Quando si preoccuperà seriamente di mantenere e far finire le opere in precedenza realizzate?
Il lungomare soffre d’invecchiamento precoce, impegna in modo sostanzioso il servizio di manutenzione a scapito d’altri siti cittadini, ed è un’opera troppo fatiscente perché abbia solo 2 anni di vita.
Nell’aprile 2004 il sindaco annunciava sulla stampa, che a dicembre avrebbe inaugurato il teatro comunale, come il “Teatro alla Scala di Milano?, ce la farà per il dicembre 2006?
Nelle prossime settimane ci riserviamo di trattare in modo approfondito i servizi sociali dove negli anni sono stati commessi gravi e grossolani errori, la cultura che oltre ad avere una programmazione poco condivisibile, ha delle spese esose ed ingiustificate, per intenderci i compensi d’alcuni personaggi, il commercio e le attività produttive che in pratica sono stati abbandonati a se stesse.
Invitiamo i cittadini ad analizzare bene la politica di questa maggioranza, come noi potrebbero accorgersi che tale attività in concreto è inesistente, se il comune fosse lasciato nelle mani dei funzionari e dei dirigenti, nessuno se ne accorgerebbe, anzi in alcuni casi certamente si eviterebbero degli errori.
Ecco perché da qualche tempo affermiamo che la giunta Merli fa la politica del “sotto vuoto spinto?.
*Raffaele Rossi (capogruppo AN), Maria Grazia Concetti (capogruppo il governo dei cittadini), Roberto Marconi, Mariano Ascani, Filippo Olivieri, Daniele Voltattorni, Francesco Palestini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 701 volte, 1 oggi)