GROTTAMMARE – L’Amministrazione comunale di Grottammare ha approvato il bilancio preventivo per l’anno 2006. Il Sindaco Merli, presentandolo, ha spiegato: “Il bilancio 2006 è identico a quello del 2005, tranne una leggera variazione per il settore sociale. Lo abbiamo approvato in fretta, secondo il sistema vigente, senza aspettare l’approvazione della finanziaria 2006. La nuova finanziaria, infatti, è stata fatta con i piedi, rispetto al rapporto tra governo ed enti locali: prima hanno approvato una legge sulla devolution, che dà tantissimo potere agli enti locali, poi è stata la volta di una finanziaria, che, in sintesi, non toglie fondi agli enti ma li mette nell’impossibilità di usarli?. La nuova legge finanziaria, in pratica, permette agli enti di spendere nel 2006 circa il 4 % in meno rispetto al 2004, soltanto che le entrate restano uguali a quelle del 2005.
“Abbiamo fatto il bilancio – prosegue Merli – senza tenere conto del vincolo della finanziaria: se poi a fine anno ci rientreremo o meno a noi non interessa.
Il paradosso poi riguarda le spese d’investimento: nel 2006 avremo, da diversi enti, una serie di erogazioni per spese di investimenti, grazie a una serie di bandi vinti. La nuova finanziaria non permette di fare investimenti superiori al 10% di quelli effettuati nel 2004, però noi, un po’ per fortuna un po’ per la capacità di presentare progetti per tutti i bandi disponibili, nel 2006 potremo disporre di fondi molto superiori a quelli che la finanziaria consentirebbe. Dal momento che, se tali fondi non venissero utilizzati, dovrebbero essere mandati indietro, abbiamo fatto il bilancio seguendo le risorse a disposizione e le necessità della città. Questo è il punto: abbiamo approvato il bilancio seguendo il nostro contratto di mandato e non andremo certo a rimandare al mittente i finanziamenti ottenuti?.
Il bilancio preventivo comprende opere appaltate nel 2005, da realizzare nel 2006, per € 4.890.000 e le opere da appaltare e realizzare nel 2006 per € 2.609.000. Le opere, appaltate o da appaltare, interessano tra l’altro: piazza Kursaal, piazza San Pio, i nuovi loculi del Cimitero, la mensa della scuola media in via Toscanini, la Biblioteca dell’ex Istituto per Geometri, la riqualificazione dell’ex deposito merci della stazione. Sempre secondo Merli, ci sono opere pronte ad essere attivate entro la fine del mandato, per circa 15 milioni di euro.
“Per quanto riguarda la cultura si conservano i programmi del 2005 – ha concluso il sindaco – con un arricchimento della ricerca culturale, mentre nel sociale il nostro impegno ci consente di confermare gli stessi servizi erogati nel 2005, con il loro alto standard?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 724 volte, 1 oggi)