SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ci sarà da lavorare: partito Martini, la Samb non è più proprietaria nemmeno di De Lucia, Cornali, Gazzola e Pepe. I quattro giovani rossoblu sono da considerarsi del Pescara Calcio fin dal momento della stipula del contratto di acquisto da parte del neo-presidente Alberto Soldini, a parziale conguaglio delle spese sostenute per l’acquisto del club sambenedettese.
Tuttavia i quattro calciatori non approderanno al Pescara durante il mercato di gennaio: anzi, molto probabilmente resteranno “parcheggiati” alla Samb, a meno che il Pescara (di concerto con la stessa Samb?), non decida di girarli ad altre società di Serie C.
Nell’operazione non rientra più Luca Minopoli, centrocampista pescarese che la coppia Miele-Preiti aveva richiesto alla società con il delfino biancazzurro.
MARCO MARTINI. Ha fatto molto rumore il passaggio di Martini dalla Samb al Pescara. Tuttavia, passato l’iniziale clamore, val bene considerare che difficilmente il Pescara tratterrà Martini, chiuso da giocatori del calibro di Matteini e Cammarata. Dante Paterna lo ha infatti acquistato come “controvalore” economico, in modo da ridurre le sue pretese sull’esborso monetario richiesto agli acquirenti (leggi Soldini). Martini è dunque sul mercato, e, se nessuno lo acquisterà, potrebbe essere girato a qualche società di Serie C (tra le ipotesi il Frosinone).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 700 volte, 1 oggi)