SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Devo dire la verità: della cessione di Martini al Pescara ne abbiamo saputo solo questa mattina, da voi della stampa?. Sono le parole di Carlo Colacioppo, neo-direttore sportivo della Samb, in riferimento al trasferimento di Martini dalla Samb al Pescara (sarà seguito da De Lucia, Pepe, Cornali e Gazzola).
“Nei contratti che ho terminato di vedere ieri sera non c’era traccia di questo accordo – continua Colacioppo – Abbiamo poi parlato con il presidente Soldini che ci ha confermato che questo trasferimento si lega alla trattativa di cessione della Samb da Paterna, precedente presidente, a Soldini stesso?.
Dunque una Samb che si vede d’improvviso privata dal suo bomber principe e da quattro giovani rincalzi. Ovvio che la tifoseria, precedentemente galvanizzata dai propositi dello stesso Soldini, attenda l’arrivo di pedine importanti, anche perché con la classifica attuale incombe lo spettro degli spareggi play-out.
“Certo che stiamo pensando a dei rinforzi – continua Colacioppo – Questi sarebbero stati necessari anche senza la partenza di Martini e compagni. Tuttavia non possiamo fare nomi anche perché sarà necessario il beneplacito del presidente Soldini, che attendiamo per domani a San Benedetto. Ci stiamo muovendo e abbiamo dei calciatori pronti a venire a San Benedetto, con il consenso del mister?.
La Samb punterebbe sull’arrivo di calciatori esperti, alcuni dei quali di Serie B. Colacioppo punta a rinforzare la spina dorsale della squadra con l’arrivo di un portiere (Scarpi è il favorito), un difensore centrale (si esclude Zago), un centrocampista centrale e un centravanti. Per i tempi di contrattualizzazione, la Samb spera di depositare almeno due contratti in tempo per poter disporre dei nuovi acquisti già dalla partita con il Novara, l’8 gennaio. Tutto entro 48 ore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.012 volte, 1 oggi)