ACQUAVIVA PICENA – Un calendario ricco d’appuntamenti e novità è quello che caratterizza il Natale acquavivano, grazie al sinergico contributo dell’Amministrazione Comunale, delle associazioni locali (capeggiate dalla Cooperativa “Le Fonti?, presieduta dalla dottoressa Antonella Capecci), del Gruppo Scout e dei ragazzi dell’Istituto Scolastico Comprensivo.
L’evento principe previsto dal programma è senza dubbio La Via dei Presepi, una singolare mostra che sarà inaugurata venerdì 23 dicembre alle ore 16 in piazza San Nicolò alla presenza delle autorità del posto.
Le nicchie delle case situate lungo le vie e viuzze dell’incantevole borgo medioevale ospiteranno la suggestiva esposizione di presepi (circa una quarantina) realizzati dagli alunni delle scuole del paese all’interno delle tradizionali pajarole con materiali naturali e riciclati. La mostra potrà essere visitata per l’intero periodo delle festività, sino all’8 gennaio, senza limitazioni orarie, poiché collocata per lo più all’aperto.
All’apertura parteciperà, fra gli altri, il Corpo Bandistico Città di Offida, che sfilerà per le vie del centro storico allietando i cittadini con inni natalizi. Seguirà, alle ore 18, un mini – concerto in piazza San Nicolò. Poi, alle ore 19.15, appuntamento con il Concerto dei Cori “Piccole Voci? e “La Corolla? che circa cinquanta bambini provenienti da Ascoli Piceno terranno all’interno della chiesa di San Rocco (parrocchia pro tempore).
Il 24 dicembre, dopo la messa di mezzanotte, inaugurazione del Presepe Storico in Movimento?, realizzato dall’Associazione Video Incontri in via Marziale n.29, presso la sede dell’Associazione Palio del Duca.
Ambientato in Terra Santa con paesaggi, case e castelli in miniatura, su cui si muovono meccanicamente personaggi ed animali, i materiali utilizzati e la tecnica di lavorazione e rifinitura offrono al visitatore una visione reale dei luoghi in cui nacque e visse Gesù. Il presepe rimarrà esposto al pubblico sino all’8 gennaio nei seguenti orari: festivi, dalle ore 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 18.30; feriali, dalle ore 15.30 alle 18.30.
Il 23 e 24 dicembre, per la gioia di tutti i bambini del paese, un personaggio loro particolarmente caro farà tappa, nel suo lungo e faticoso viaggio, ad Acquaviva: presso l’Ufficio Turistico IAT, sito in piazza San Nicolò, sarà approntata la Casa di Babbo Natale dove, lo stesso, in carne ed ossa, consegnerà regali a tutti i bimbi che si recheranno a fargli visita.
Come ogni anno, il giorno della Vigilia, dopo il sacro rito religioso rievocativo della nascita del Cristo, presso il sagrato delle chiese San Rocco e San Lorenzo martire, ci sarà il consueto Buffet di Natale, offerto dall’Amministrazione Comunale, a base di bevande calde e dolci, per scambiarsi gli auguri e trovare ristoro dai rigori invernali.
La stessa chiesa di San Rocco, il 28 dicembre alle ore 21, sarà teatro di una serata di beneficenza per l’Associazione Onlus Gotarà, grazie al gruppo “Cupra Ensemble? che si esibirà in una rassegna lirica di canti natalizi.
Il 6 gennaio appuntamento con Arriva la Befana: delle simpatiche nonnine in maschera, dopo la benedizione del parroco, attenderanno, fuori la chiesa di San Rocco e all’interno della Fortezza Medioevale, con sacchi ricolmi di caramelle e dolci, i cittadini più piccoli, che non mancheranno di prenderle d’assalto.
La XXI edizione di Jeme a cantà Sant’Antonie concluderà il fantastico Natale acquavivano. Dal 7 al 15 gennaio 2006, in occasione della festa di Sant’Antonio abate, dei simpatici cantori allieteranno, con cembali, tamburelli, triangoli ed organetti, la vita e le orecchie degli abitanti del paese e delle campagne circostanti.
“Siamo veramente soddisfatti – dichiara l’assessore al Turismo Andrea Infriccioli dell’organizzazione delle iniziative che caratterizzeranno il Natale ad Acquaviva, a partire dalla mostra dei presepi. Ci auguriamo che il tempo sia favorevole, giacché quello dell’inaugurazione sarà davvero un bell’evento!?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 358 volte, 1 oggi)