DE ROSA: “Volevamo fare risultato, ma al solito non ci siamo riusciti. Alla fine eravamo tutti a pezzi, è davvero brutto perdere così; creiamo tanto ma non riusciamo a concretizzare. Credo che nell’ultimo periodo siamo molto migliorati rispetto al recente passato: prendiamo meno gol, sopratutto creiamo occasioni sotto porta, ma non le sfruttiamo. Perchè? Soprattutto sfortuna. In classifica ci mancano almeno 4-5 punti: uno di oggi, due di domenica scorsa e un altro relativo alla trasferta di Genova. Continuiamo a lavorare con la speranza che arrivino momenti milgiori. La rifondazione di gennaio? Io sono tranquillo, cercherò di dare il massimo come ho fatto sino ad ora”.
COLONNELLO: “Una buona gara da parte nostra. Abbiamo tenuto fino al gol del Padova, poi nella parte finale abbiamo avuto almeno tre ghiotte occasioni per pareggiare. Ci gira male, l’infortunio di Femiano dopo pochi istanti è la prova. Il Padova è una bella squadra, soprattutto Zecchin. Da parte mia c’è rammarico per non essere riuscito a respingere il colpo di testa di La Grotteria, quello del gol; c’ero quasi riuscito, ma ho solo pizzicato la palla”.
ZANETTI: “Il gol del Padova? E’ stato bravo La Grotteria a prendere il tempo a tutta la difesa, oltre a Zecchin che ha messo in mezzo una bella palla. E’ vero che la mia condizione migliora di partita in partita, ma questo non mi consola granché. Sono stato fermo tanto tempo ma penso di più al bene della squadra”.
MARTINI: “Dispiace soprattutto per l’ultima frazione di gara, quando abbiamo avuto tante occasioni per fare gol. Prima avevamo sofferto, ma potevamo raddrizzarla questa gara. Purtroppo è un momento particolare, facciamo gioco, produciamo occasioni, ma non facciamo punti e alla fine è quello che conta. D’ora in avanti dovremo guardare più ala sostanza anche perché siamo sprofondati in classifica. Rispetto all’anno passato c’era un’atmosfera diversa qui a Padova; abbiamo cercato di rimuovere i ricordi”.
TAROZZI (difensore Padova): “Una bella giornata: abbiamo concluso il girone di andata con una vittoria. Ci tenevamo in maniera particolare, anche perché l’anno scorso la Samb ci fece un bello scherzetto. L’unico appunto che ci si può muovere riguarda l’ultima porzione di gara, quando abbiamo sbaglaito atteggiamento. Merito anche alla Samb che ci ha fatto soffrire”.
CESTARO (presidente Padova): “Una vittoria che ci voleva per poter trascorrere al meglio le festività natalizie. Una buona notizia anche la sconfitta dello Spezia (a Ravenna, ndr); siamo ad un solo punto dai liguri. La Grotteria? Lo vogliono diverse squadre di categoria superiore (Mantova e Atalanta su tutte, ndr), ma cercheremo di blindarlo. Spero resti con noi”.
PELLEGRINO (allenatore Padova): “Non avevo mai vinto prima d’ora con la Samb, né con il Paternò, né col Lanciano l’anno scorso. Non mi portava bene, oggi finalmente ho spezzato il tabù. Sono soddisfatto, la squadra ha disputato una buona gara, volgiosa di vincere per tutti i 90 minuti. Non era semplice arrivare a questa partita con una simile concentrazione. Ci siamo riusciti, adesso siamo lassù in classifica, con la convinzione che possiamo migliorarci ancora. La vittoria è meritata. Le due punte iniziali (La Grotteria e Selva, ndr)? Un esperimento che potrà esserci utile per il futuro. Ho cambiato l’assetto della squadra, perché i ragazzi mi hanno dato le necessarie garanzie di equilibrio”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 687 volte, 1 oggi)