GROTTAMMARE – Gli esponenti locali della destra tentano di mettere sullo stesso piano le vicende giudiziarie di quasi 15 anni fa con quelle odierne… tutto ciò è semplicemente ridicolo!
Allora le questioni in ballo erano molto gravi; ad esempio le vicissitudini relative alla discarica comunale portarono Grottammare ad una negativa ribalta nazionale, finirono addirittura su “Striscia la notizia“.
Al contrario il “caso Fish” è un teorema creato per scopi propagandistici dagli esponenti della destra, amplificato addirittura da interrogazioni parlamentari e regionali e da una martellante campagna di stampa, sul quale la magistratura sta doverosamente svolgendo tutte le normali procedure di indagine, per rispondere agli esposti “a ripetizione? presentati dai consiglieri d’opposizione.
È ovvio che una simile montatura si scioglierà come neve al sole alla prima “seria” verifica.
Lo scopo di questo polverone è cercare di dimostrare che “siamo tutti uguali”, che anche gli amministratori di sinistra approfittano del loro ruolo per trarne vantaggio e per fare favoritismi, come fanno “normalmente” quelli di destra. Peccato per loro che la realtà dimostra il contrario!
Basti pensare a quanti sono gli operatori turistici (anche dichiaratamente schierati “a destra?) che hanno potuto realizzare o ampliare le loro strutture grazie alle “autorizzazioni” rilasciate dalle Amministrazioni Rossi e Merli, ma nessuna di queste ha avuto gli onori della cronaca.
Sul litorale di Grottammare insistono oltre 50 concessioni demaniali e tra queste l’unica rilasciata a seguito di un bando pubblico trasparente è proprio quella del “Fish”! Ci sanno dire loro con quale criterio sono state assegnate in passato le altre?
L’onestà e la correttezza dei nostri compagni amministratori è dimostrata anche dal loro tenore di vita. Nonostante da oltre dieci anni occupino ruoli di primaria importanza a Grottammare e non solo, non hanno accumulato ricchezze, non si sono costruiti lussuose ville né posseggono automobili di grossa cilindrata, ma vivono onestamente dei propri stipendi.
Se poi gli esponenti della destra rimpiangono gli amministratori del passato, oltre che per l’onesta anche per le capacità, l’efficienza e i risultati ottenuti, non hanno che da proporli alle prossime elezioni; i cittadini di Grottammare sapranno fare le proprie scelte.
Infine, prima che rimanga troppo deluso, qualcuno avverta il rappresentante di AN che non è sufficiente chiamarsi Rossi e fare qualche esposto per diventare Sindaco o Presidente della Provincia!
*Segretario del Circolo di Grottammare

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 732 volte, 1 oggi)