SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Appena dodici, si tratta del minimo stagionale, i gol messi a segno nel corso della sedicesima giornata nella divisione A. Cinque pareggi, tre vittorie casalinghe ed appena una esterna. Tre i rigori assegnati, tutti realizzati, mentre sei sono state le espulsioni decretate dai direttori di gara – è il dato più corposo da inizio torneo.
Ma vediamo, nel dettaglio, cosa ha detto l’ennesima giornata di campionato.
Lo Spezia, che rosicchia altri due punti alla capolista Genoa, fermata sul pari a Cittadella (primo gol in rossoblu per l’attaccante Zaniolo), ha la meglio sul Padova dopo una bella partita, tutto sommato equilibrata e risolta dalla zampata di Varricchio, salito a quota nove realizzazioni, a pari merito col compagno di squadra Guidetti.
Tre punti preziosi anche per il Teramo, il quale ancora una volta si fa bastare l’1-0 (contro la Pro Patria), e scala posizioni in classifica: da ieri pomeriggio è terzo a braccetto col Pavia (27 punti), che invece non va oltre il pareggio al Piola nel derby col Pizzighettone.
Getta alle ortiche una grossa occasione per recuperare terreno perduto il Monza, che riequilibra con una scorrettezza – sfera ‘rubata’ in un palla a due – le sorti dell’incontro al cospetto del fanalino di coda Fermana. La sintesi del pomeriggio brianzolo? Gli uomini di Sonzogni debbono forse ridimensionare le ambizioni covate nella prima parte di torneo. Canarini d’altro canto sempre più disperati (5 punti in graduatoria; distante ben 9 dal penultimo posto).
Le vittorie di Lumezzane (contro la Pro Sesto) e Ravenna – in quel di Novara – provocano degli importanti scossoni nella parte bassa della classifica: i lombardi (20) scavalcano Samb (18) e Salernitana (19), protagoniste dei due 0-0 della giornata, mentre i romagnoli agganciano a quota 15 il San Marino, che pareggia all’Arechi.
Non c’è tempo in ogni caso per fare troppi calcoli visto che dopodomani le diciotto formazioni del girone A tornano in campo. Il match clou, che si disputa in notturna (ore 20.30), è quello del Luigi Ferraris tra Genoa e Teramo. La migliore difesa d’Italia (5 reti subìte), nonché l’unica squadra imbattuta, insieme al Mantova, dell’intero professionismo, verrà messa alla prova dalla squadra più in forma della divisione A.
Lo Spezia scende invece in casa di un Ravenna che ieri ha riacceso la fiamma della speranza. Impegno in trasferta anche per il Pavia, sul campo della Pro Patria. Rimanendo nelle sfere alte, il Padova riceve la visita della Samb ed il Pizzighettone, che bracca proprio i veneti, ospita il Cittadella.
Il Monza, che rischia di vedersi scappare definitivamente un posto play off, è di scena al Fadini, contro un Giulianova che in casa non ha sinora mai perso.
Sfide assai delicate quelle che chiudono il quadro della diciassettesima giornata: il Novara proverà a rialzarsi in quel di San Marino – mai i Titani hanno assoluto bisogno di punti -, come pure la Fermana, che al Recchioni riceve il Lumezzane, sarà alle prese con l’ennesima prova d’appello. In ultimo segnaliamo Pro Sesto-Salernitana, coi padroni di casa reduci dalla sconfitta di Lumezzane e i granata nuovamente contestati dopo lo scialbo pari di ieri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 350 volte, 1 oggi)