SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Alberto Soldini, dopo aver presenziato, in mattinata, alla Festa dello Sport presso il palazzetto Bernardo Speca, ha seguito la sua Samb dalla Tribuna del Riviera, accanto ai collaboratori Mario Miele e Antonello Preiti, unitamente all’ex presidente Umberto Mastellarini.
Fa il suo ingresso in sala stampa poco dopo la fine del match col Giulianova, e subito si mette a disposizione dei giornalisti presenti. “I ragazzi sono stati veramente molto bravi, ma finché la palla non va in rete… – argomenta il patron rossoblu – Ci vogliono il gol e i risultati, il resto conta poco. La squadra aveva una grande voglia di vincere, del resto me lo aveva promesso (lasciando intendere che prima della partita fosse sceso negli spogliatoi, ndr). Abbiamo giocato bene, credo, per quel che me ne intendo, che anche il mister abbia azzeccato lo schema. Però c’è sempre questa jella, qua ci vorrebbe Padre Pioâ€?, conclude con una battuta l’imprenditore capitolino.
“La tranquillità? – continua Soldini, incalzato dalle domande dei presenti – Non ce l’abbiamo, anche se i ragazzi hanno cercato di fare bene in queste ultime settimane. Forse però ha ragione Zecchini quando dice che più di questo l’attuale squadra non può dare�.
Naturale allora che il discorso finisca sul calciomercato, ormai alle porte. Soldini lascia intendere che cambierà molto in seno all’organico rossoblu. “Gennaio è adesso. Rispetteremo i programmi che abbiamo annunciato. Ho già detto che abbiamo deciso delle belle cose per la Samb. Stiamo lavorando molto, presto saprete, certo è che così non possiamo andare avanti, questi ‘signori’ (il riferimento è ai giocatori, ndr) hanno avuto tutto il tempo per fare meglio�.
Dopo l’intervista di rito, Soldini si intrattiene con qualche giornalista e con mister Zecchini, col quale si scambia una calorosa stretta di mano. Difficile capire se il tecnico romagnolo sia o meno in discussione – attenendosi unicamente ai risultati non ci sarebbero dubbi -, in ogni caso l’imprenditore romano si lascia andare ad una confessione: “Oggi per la prima volta ho avuto il mal di stomaco guardando la partita. Ho sofferto, non me l’aspettavo, in passato mi era capitato solo col pugilato�. Che si stia già affezionando al sodalizio rivierasco?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 795 volte, 1 oggi)