RIPATRANSONE – Si è tenuto nelle giornate di sabato 10 e domenica 11 dicembre l’atteso Convegno “1205-1571. Il Comune di Ripatransone dalla sua organizzazione in comunantia alla sua definitiva sottomissione allo Stato della Chiesa?, realizzato per festeggiare gli 800 anni di libertà comunale.
Alle due giornate hanno partecipato molti cittadini, incuriositi da questo dotto e particolare excursus nella storia di Ripatransone e dei suoi più illustri cittadini. Merito anche dei relatori, che hanno saputo suscitare un vivo interesse, indagando a fondo situazioni politiche e culturali del territorio ripano, anche rispolverando dagli archivi storie e personaggi oramai dimenticati.
Si è potuto ascoltare con interesse le vicende del Benvignati o di Donna Bianca de Tharolis, degli studi e delle speculazioni di Giovanni da Ripa, maestro di teologia di Parigi, così come si è avuta l’occasione di conoscere le dinamiche religiose interne al territorio, gli sviluppi commerciali e altro ancora.
A presiedere le due giornate sono stati i Prof. Giuseppe Avarucci e Roberto Lambertini, dell’Università di Macerata, e il Prof. Giuliano Pinto dell’Università di Firenze: il primo ha partecipato anche con la relazione Istituzioni nel territorio di Ripatransone bei secoli X-XII, il secondo con l’intervento su Giovanni da Ripa e il clima teologico del suo tempo e il terzo, infine, ha intrattenuto i presenti sul tema Ripatransone nel contesto dei centri minori dell’Italia comunale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 261 volte, 1 oggi)