SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono giunti all’Istituto Capriotti nelle prime ore di lunedì13 dicembre i responsabili del progetto europeo «Le patrimoin c’est moi» provenienti da: Koninkluik Athaneum II Midden school di Ostenda (Belgio), Ginnasio “Yordan Radichkov di Vidin (Bulgaria), I.S.I.S. Aquilania di Roma , Lycée Régional A. De Saint – Exupey di Saint Raphaèl (Francia). Ad attenderli i referenti dell’Istituto Capriotti , partner del progetto finanziato dalla Comunità Europea: Paola Fumi, Giuseppe Cappelli, Emanuela Spadaro, Annondina Militello, Daniele Spina. Resteranno fino al 17 di dicembre. L’incontro ha come obiettivo il confronto, la valutazione e la pianificazione del prossimo incontro che si terrà a maggio in Bulgaria.
Il progetto ha come obiettivo quello di aiutare gli studenti che rischiano di abbandonare la scuola per motivi socio-economici, a continuare nel loro percorso scolastico, rendendoli il motore dell’iniziativa.
Il coordinatore del progetto è il prof. Bruno Lamelyn della scuola belga. I docenti responsabili: la prof. Emilia Atanassova (Bulgaria), il prof. Stefano Sergenti (Roma), il prof. Alain Rideau (Francia) che sarà accompagnato da due docenti della stessa scuola (Francois e Annie). I responsabili del nostro Istituto sono i docenti: Paola Fumi, Giuseppe Cappelli, Emanuela Spadaro, Annondina Militello e Massimo Scarponi, il tecnico Daniele Spina.
Illustra la professoressa Paola Fumi: “Conoscere il patrimonio, prima personale, poi del territorio: è il principio della ricerca. Alla fine del percorso formativo gli studenti produrranno un CD ed altro materiale per condividere il loro lavoro (conoscenza di se stessi e del loro territorio) con i coetanei delle scuole partner? .
Scrivono i responsabili: “ La presentazione di questo patrimonio agli altri giovani della Comunità Europea, donerà loro la voglia e lo stimolo di continuare la loro “analisi? in modo autonomo. …Accentuando il valore di altre abilità presenti negli alunni stessi, e prevedendo attività innovative, garantirà un risveglio di interesse incondizionato e continuo. …
Dopo aver creato la loro “scatola delle sorprese? in modo da poter presentare sé stessi agli altri e la presentazione del loro logo che potrà anche risultare vincitore del concorso “Il miglior logo?, gli studenti inizieranno a predisporre un inventario del patrimonio culturale della propria regione.
Questo inventario sarà il punto di partenza per lo sviluppo di una “Direttiva Europea per la valorizzazione del patrimonio culturale. … Il premio del lavoro svolto dai nostri alunni sarà sicuramente la loro presenza al Parlamento Europeo e la deposizione della nostra “direttiva? presso i membri del Parlamento appartenenti alle nazioni dei singoli partecipanti?.
L’incontro al « Le patrimoin c’est moi » è il titolo accattivante del progetto europeo Socrates che vede gli studenti del biennio del Liceo Linguistico “Capriotti? partner insieme a coetanei belgi, bulgari e francesi.Capriotti segue quello ad ad Ostenda in Belgio e a Saint Raphaèl in Francia. L’incontro finale di una settimana, al quale parteciperanno oltre che ai referenti responsabili anche 4/6 studenti del Capriotti coinvolti nel progetto, si terrà a Vidin in Bulgaria nel maggio del 2006
Un sentito ringraziamento dei promotori va, per il sostegno dato, al Sindaco Pietro Celani di Ascoli Piceno, al Direttore dell’Ufficio Turistico Modesto Corradi, al Comune di Acquaviva Picena, al Comune di Monteprandone, al Comune di Grottammare, alla Provincia di Ascoli Piceno, alla Confcommercio nella persona del suo presidente Giudici, all’Istituto Alberghiero di Stato di San Benedetto del Tronto, all’A.P.T.R. di San Benedetto del Tronto, all’Associazione Palio del Duca di Acquaviva Picena, all’Ufficio del Turismo di Ascoli Piceno, all’Hotel Regent di San Benedetto del Tronto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 335 volte, 1 oggi)