ACQUAVIVA PICENA – Si è tenuta lo scorso 6 dicembre presso il Ristorante Azzurro di Acquaviva Picena una cena ufficiale cui hanno partecipato i “pasquellari? del posto, che hanno allietato la serata con canti e stornelli tradizionali.
Presenti all’evento, organizzato dall’Associazione culturale San Francesco con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale e la collaborazione del Gruppo Scout, dell’Associazione Pro Loco e dell’Associazione Palio del Duca, i presidenti delle rispettive associazioni, il sindaco Tarcisio Infriccioli, l’assessore al Turismo Andrea Infriccioli (nella foto con i questuanti) e l’assessore alle Attività Produttive Francesco Sgariglia.
“Siamo davvero contenti – commenta l’assessore Infriccioli – che c’è ancora qualcuno che crede nelle tradizioni locali. Moltissimi acquavivani hanno aderito all’iniziativa nonostante il freddo, gustando dolci preparati dalle mogli dei cantori, la fava lessa e del buon vino della nostra terra?.
È iniziata in tal modo, ufficialmente, l’attività dei “pasquellari?, che dal principio del prossimo mese di gennaio daranno vita, con tamburelli, cembali, triangoli ed organetti alla mano, alla 21^ edizione di Jeme a cantà Sant’Antonie, l’itinerante manifestazione legata alla festa di Sant’Antonio abate (17 gennaio); appuntamento che darà il via al ricco calendario delle manifestazioni che il Comune di Acquaviva sta preparando per l’anno venturo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 378 volte, 1 oggi)