SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sarà la trasferta più lunga dell’anno: ben 600 chilometri. 1.200 tra andata e ritorno. La Samb e i suoi tifosi sono attesi dalla partita più affascinante dell’intera stagione in quel di Genova, sponda rossoblu. Quello del Luigi Ferrraris costituirà per i sostenitori nostrani il primo viaggio da effettuare senza poter usufruire dell’organizzazione dal Centro Coordinamento Club Curva Nord, che la settimana scorsa ha gettato la spugna dopo i provvedimenti giudiziari presi nei confronti di alcuni elementi di spicco della tifoseria rivierasca.
Coloro i quali vorranno accompagnare la squadra di Luciano Zecchini nello splendido scenario dello stadio Marassi, dovranno giocoforza muoversi con mezzi propri e crediamo che la categoria maggiormente penalizzata sarà quella dei cosiddetti ‘tifosi normali’; gli ultras e i più accessi sostenitori sambenedettesi in qualche modo si organizzeranno lo stesso, allo scopo di tenere altro il nome della curva e della città anche nella storica piazza ligure.
Sarà in ogni caso un vero peccato non poter assistere ad un seguito degno di altre trasferte così prestigiose, come spesso è avvenuto in passato, ma tant’è. A riprova del fatto che il settore ospiti dello stadio Marassi non farà certamente registrare il tutto esaurito, il numero di tagliandi (nominativi) inviati dal club di Enrico Preziosi: 400 (al costo di 12 euro). La metà sono andati al Samb Point, gli altri alla Libreria Nuovi Orizzonti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 432 volte, 1 oggi)