DI DIO 5,5. Si disimpegna ottimamente nella prima frazione, quando, per ben tre volte, si oppone agli attaccanti bustocchi che gli si presentano davanti. Nella ripresa però il pallone gli scivola dalle mani, e il Pro Patria segna l’inatteso 2-1.
FEMIANO 4,5. Nel primo tempo sbaglia tutto e di più, consentendo spesso a Imburgia di perforare il reparto arretrato. Nella ripresa va un po’ meglio, ma poi commette il fallo da rigore con conseguente espulsione.
MACALUSO 6,5. Il più dinamico del reparto arretrato, appoggia spesso l’azione sulla fascia. Segna anche un bel gol di testa, il primo con la maglia della Samb. Troppo falloso.
GAZZOLA 5. Primo tempo imbarazzante, non sa se svolgere il ruolo di difensore o quello di centrocampista.
ZANETTI 5,5. Che non è al meglio delle condizioni fisiche è evidente. Non riesce a garantire quel rendimento minimo necessario.
GUASTALVINO 5,5. Artico gli sguscia da tutte le parti. Si salva spesso con il mestiere ma la condizione atletica lascia a desiderare.
YANTORNO 6. Tanta buona volontà ma alla fine sono pochi gli spunti individuali che spiccano, e nel suo ruolo di tornante dovrebbe garantire maggiore vivacità. Altrimenti si scelga un centrocampista di rottura.
DE ROSA 6. Dinamico, non va oltre la solita funzione di rottura a centrocampo, mentre difetta in fase di proposizione.
SCANDURRA 6,5. Macchinoso per quasi tutta la gara, ha il merito di trovare un lampo in occasione del gol iniziale: stop di destro, tiro ad incrociare con il sinistro.
FAIETA 6. Ordinato, dà un po’ di fosforo al centrocampo rossoblu ma, al contrario di De Rosa, quasi scompare in fase di interdizione.
MARTINI 7. La sua rete è un gioiellino per la Serie C: contropiede, contrasto vincente, controllo, accentramento e tiro a girare. Poi, esultando, se la prende con i tifosi “filosofi” della Tribuna. Attenzione…
PEPE 6. Entra nel finale ed offre a Macaluso la palla del 3-2.
ROSATI s.v. Entra nel finale al posto dell’infortunato Di Dio, in tempo per prendere due reti nel sacco.
COLONNELLO s.v. Torna nel finale: molti lo applaudono, la curva lo fischia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 660 volte, 1 oggi)