Domenica 4 dicembre 2005, Sambenedettese-Pro Patria: altra sfida dal sapore antico
Nei campionati di serie B 1960-61 e 1961-62 la Pro Patria fu l’unica squadra ad espugnare il Ballarin, la Samb riuscì a batterla soltanto nel torneo 1962-63.
Erano appena terminate le feste pasquali del 1961 quando la gloriosa squadra di Busto Arsizio (caratteristiche le loro maglie a righe orizzontali tanto che sono definiti tigrotti e 13 tornei di serie A alle spalle) scese al Ballarin e rifilò due gol ad una Samb praticamente imbattibile tra le proprie mura. Ero un ragazzino ma ricordo benissimo le critiche ai giocatori rei (secondo i tifosi) di aver abbondato in cibi e divertimenti durante le feste. Questa la formazione rossoblu: Patrignani, Alberti, Baston, Mecozzi, Pin, Buratti, Novali, Rumignani, Beni, Valentinuzzi, Pennati. Arbitro Lezzaro di Genova.
Anno 1962 torna al Ballarin la Pro Patria, la Samb era una squadra che in casa perdeva… ogni morte di papa. La partita cominciò bene con Rumignani che al 23° portò in vantaggio i rossoblu ma poi Pagani e Muzzio decretarono la seconda vittoria consecutiva dei lombardi in casa nostra. Ancora critiche. Anche in quell’occasione calciatori accusati di bella vita.
SAMB: Sattolo, Volpi, Ruffinoni, Valentinuzzi, Garbuglia, Buratti, Lavoratornuovo, Savini, Macor, Merlo, Rumignani. Allenatore Fattori.
PRO PATRIA: Della V edova, Amadeo, Taglioretti, Rondanini, Signorelli, Rinalli, Bernasconi, Calloni, Muzzio, Meraviglia, Pagani. Allenatore Magni.
I gol: 23° Rumignani, 34° Pagani, 40° Muzzio.
Arbitro: Marchese di Napoli
La terza volta che i tigrotti scesero al Ballarin, il risultato fu a favore della Samb: un bel 2-0 con gol di Sestili e Mari. Era febbraio 1963 e fu il campionato della prima retrocessione dalla serie B.
SAMB: Bandini, Capucci, Ruffinoni, Nicchi, Napoleoni, Buratti, Raimondi, Pagani, Sestili, Macor, Mari. Allenatore Diotallevi.
PRO PATRIA: Provasi, Amadeo, Taglioretti, Rondanini, Lombardi, Rimoldi, De Bernardi, Rovatti, Muzzio, Crespi, Regalia. Allenatore Pedroni.
I gol: 35° Sestili, 37° Mari.
Arbitro: Cirone di Palermo
Fu la prima gara del nuovo allenatore Diotallevi.
Il quarto incontro non si gioca più sul terreno del glorioso Ballarin ma al Riviera delle Palme e purtroppo nemmeno nella serie cadetta. Si tratta infatti della prima volta in serie C.
Gli incontri o meglio le sconfitte con i bustocchi mi inducono ad una riflessione: in quegli anni perdere in casa era per la Samb… una tragedia e quando accadeva, molto ma molto raramente, i motivi non erano tecnici ma extra calcistici. Almeno per i tifosi. Ora in casa si prendono anche quattro gol ed i meriti sono sempre calcistici. Esclusivamente calcistici. Purtroppo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 833 volte, 1 oggi)