Lo studio SAGI di S. Benedetto effettuerà uno studio idrogeologico e idraulico sui reali rischi di esondazioni del Tronto per la zona di Porto d’Ascoli. Lo studio rappreseneterà una valdio supporto alle osservazioni già presentate il 18 ottobre all’Autorità di Bacino e alla Regione sul Piano per l’assetto idrogeologico (P.A.I.) del fiume.
La delibera del Commissario straordinario del 18 ottobre conteneva le osservazioni di carattere normativo al Piano, osservazioni finalizzate a scongiurare l’applicazione delle misure di salvaguardia alle zone classificate come “esondabili?, il che avrebbe comportato un notevole stravolgimento della normativa urbanistico-edilizia vigente. Ma con lo stesso atto l’Amministrazione Comunale si riservava di proporre all’attenzione dell’Autorità di Bacino Interregionale e del suo Comitato Tecnico Istituzionale “un puntuale e metodico studio di dettaglio di natura tecnica?.
Secondo il contratto, lo studio SAGI, rapportandosi con l’Ufficio competente del Settore Assetto del Territorio, con uno studio di dettaglio dal punto di vista idrogeologico di notevole impegno.
L’Autorità di Bacino Interregionale del Fiume Tronto ha differito il termine di presentazione delle osservazioni al PAI (che scadeva lo scorso 18 Ottobre). L’avviso pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 274 del 24 novembre, oltre a fornire ulteriori 60 giorni per la presentazione di nuove osservazioni, fa salve anche quelle presentate dopo il 18 Ottobre. Pertanto ora il nuovo termine per la presentazione di osservazioni è fissato al 23 Gennaio 2006.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 626 volte, 1 oggi)