SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il caso Zoro, giocatore del Messina che ha ricevuto domenica scorsa nella sfida con l’Inter ripetuti insulti razzisti da un gruppo di facinorosi nerazzurri, ha scatenato l’ira congiunta del mondo del calcio.
Indi per cui anche la Lega Nazionale Dilettanti aderisce al “no? di protesta contro il razzismo. Il Consiglio Direttivo del Comitato Interregionale della Serie D ha diramato il seguente comunicato: “La FIGC ha deciso che su tutti i campi – dalla Serie A alla Lega Nazionale Dilettanti – le partite sia di campionato che di Coppa Italia inizieranno con 5’ di ritardo e i giocatori delle due formazioni porteranno al centro del campo uno striscione (1x10m) con lo slogan NO AL RAZZISMO (sfondo bianco, lettere nere)?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 277 volte, 1 oggi)