SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Scocca l’ora di Alberto Soldini. L’imprenditore romano nella giornata di domani porrà la firma sul contratto di acquisto preliminare della Sambenedettese Calcio, e quindi, domenica prossima, verrà per la prima volta al “Riviera delle Palme� a vedere una partita della Samb.
“Domattina saprò con precisione l’orario dell’incontro – afferma Soldini – Ma la squadra è mia, non ci sono dubbi�.
Ne è certo?
Sì, ho sentito appena un’ora fa Mastellarini. Non ci sono più ostacoli di sorta. Domani pomeriggio, inoltre, dovrei essere a San Benedetto. E domenica vedrò la partita. Poi, probabilmente, terremo una conferenza stampa.
Cosa si aspetta da questa sua ‘prima’?
Sarà una bella emozione. Sono eccitato dall’idea.
La squadra non sta attraversando un buon momento…
Ma devono vincere. Voglio la vittoria per me e per loro stessi. Dobbiamo cominciare a prenderci le nostre soddisfazioni.
Sul taccuino di Miele sono appuntati nomi importanti per la Serie C1: Zago, Biso, Minopoli, Vieri… Lei può confermare che giungeranno a San Benedetto, non dico questi giocatori, ma calciatori di questo livello?
Certo. Dobbiamo fare degli interventi importanti. Il mondo sambenedettese non potrà essere grigio, dobbiamo colorarlo, a tutti i livelli. Anzi, sa cosa le dico?
Prego.
Andremo in Serie B. Lo scriva.
Sono dichiarazioni importanti e anche rischiose in una piazza come San Benedetto…
Sì, ma occorre sempre fare qualcosa in più di chi ci ha preceduto, e non credo sia difficilissimo migliorare lo stato attuale della Samb. Penso che abbiamo grosse chance, veramente.
È pronto a diventare tifoso della Samb?
Diventerà la mia malattia. In questi giorni mi sto informando a tutti i livelli sul calcio mondiale: lo sport mi fa bene, perché mi aiuta a stare con i piedi per terra.
Cosa si aspetta dalla tifoseria?
Mi aspetto che sia se stessa: mi sembra una tifoseria sana che ha con sé tanto calore, cosa che a me piace perché non sono una persona fredda.
Torniamo a bomba: non sarà facile, per la squadra, risollevarsi dal momento negativo.
Sì, ma questi ragazzi mi piacciono, e io sono, per natura, propenso a prendere le difese di chi è in difficoltà. A domani.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.027 volte, 1 oggi)