SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Se anche la domenica numero tredici di campionato in terza serie non ha visto disputarsi un incontro, quel Pro Sesto-Samb rinviato per neve sabato scorso, i numeri fatti registrare nelle diciassette sfide svoltesi regolarmente, hanno deluso più del solito.
Fatta eccezione per il pubblico del San Paolo (in 18.370 per la partita degli azzurri contro il Foggia; scontri nel dopopartita tra le opposte fazioni tifose, con tre sostenitori pugliesi feriti) e quello del Ferraris (16.804) – dati peraltro fra i più alti in assoluto perfino se paragonati a quelli della massima serie; inferiori solo alle platee di Milano, Roma, Torino e Messina – gli impianti della categoria, in relazione anche al freddo e al maltempo che nel fine settimana ancora una volta non hanno risparmiato la nostra penisola, hanno proposto imbarazzanti vuoti.
Pensate che solo a Padova (3.391) e a Lucca (3.279) si sono superate le 3mila unità, mentre in ben cinque città non si è sfondato il tetto dei mille spettatori fra paganti e abbonati; stiamo parlando di Pizzighettone (927; metà dei quali tifosi dello Spezia), San Marino (899), Acireale (815), Chieti (809) e Fermo (475), che al solito detiene la palma di stadio meno popolato della C1, non solo per il cattivo andamento della compagine canarina o della contestazione alla presidenza.
Tolto l’Acquedotto di Sassari (2.809), i restanti impianti vanno poco al di sopra delle citate mille unità: 1.850 a Manfredonia, 1.753 a Gela, 1.613 a Ravenna, 1.556 a Giulianova, 1.471 a Grosseto, 1.273 a Busto Arsizio e 1.215 a Pistoia.
A quattro giornate da giro di boa, possiamo dare uno sguardo alle medie del girone A: comanda, manco a dirlo, il pubblico di Marassi con ben 16.644 spettatori a partita; seguono, molto più distanti, Spezia (4.530) e Padova (4.065). Sulla quarta poltrona troviamo i salernitani con 3.868 unità, mentre un gradino più sotto la tifoseria del Novara (3.452). Solo settimo il pubblico del Riviera, assestatosi sulle 3mila presenze (3.007).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 327 volte, 1 oggi)